username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dove la luce

Come allodola ondosa
Nel vento lieto sui giovani prati,
Le braccia ti sanno leggera, vieni.
Ci scorderemo di quaggiù,
E del mare e del cielo,
E del mio sangue rapido alla guerra,
Di passi d'ombre memori
Entro rossori di mattine nuove.

Dove non muove foglia più la luce,
Sogni e crucci passati ad altre rive,
Dov'è posata sera,
Vieni ti porterò
Alle colline d'oro.

L'ora costante, liberi d'età,
Nel suo perduto nimbo
Sarà nostro lenzuolo

 


2 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ELISA DURANTE il 09/08/2011 07:56
    Stupenda questa poesia... Non so dire di più !
  • il 27/12/2009 13:44
    Ama sempre come sai fare, che ci sia pace che ci sia guerra, che parli italiano oppure in dialetto, amore universale che non ha bisogno di nessuna traduzione.