username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

notte di marzo

Luna impudica, al tuo improvviso lume,
Torna, quell'ombra dove Apollo dorme,
A trasparenze incerte.

Il sogno riapre i suoi occhi incantevoli,
Splende ad un' alta finestra.


Gli voli un desiderio,
Quando toccato avrà la terra,
Incarnerà la sofferenza.

 


4 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 16/08/2011 17:35
    Che belli questi, che potenza di immagini, suoni, che chiarezza in pochissime parole...
  • ELISA DURANTE il 09/08/2011 07:46
    La luna e la natura... per versi pieni di stupore...
  • il 25/01/2010 08:22
    Ungaretti è uno dei miei preferiti. Perfezione della sintesi: un mondo intero dentro poche parole! Sublime!
  • il 12/01/2010 17:11
    Maestro, questi versi sono l'incanto della tua poesia... grazie!