username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Rosa purpurea

Ti avevo cantato una canzone.
Tu tacevi. La tua destra tendeva
con dita stanche una grande,
rossa, matura rosa purpurea.

E sopra di noi con estraneo fulgore
si alzò la mite notte d'estate,
aperta nel suo meraviglioso splendore,
la prima notte che noi godemmo.

Salì e piegò il braccio oscuro
intorno a noi ed era così calma e calda.
E dal tuo grembo silenziosa scrollasti
i petali di una rosa purpurea.

 


4 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • maria angela carosia il 20/03/2016 17:56
    Molto sentita
  • Ada Piras il 06/08/2011 10:09
    Fa sognare e fantasticare. Bellissima.
  • il 30/11/2010 03:10
    molto romantica... poesia suggestiva
  • il 13/05/2010 13:34
    bella, romantica, evoca l'amore con tanta delicatezza