username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il piano infinito

Adesso che ho superato già
tanti dolori e posso
leggere il mio destino come
una mappa piena di errori,
quando non sento nessuna compassione
di me stesso e posso
passare in rassegna
la mia esistenza senza sentimentalismi,
perché ho trovato una relativa pace,
lamento solo la
perdita dell'innocenza.
Mi manca l'idealismo della gioventù,
del tempo in cui esisteva ancora per me
una chiara linea divisoria
tra il bene e il male
e credevo che fosse possibile agire
sempre in accordo con
principi amovibili.

 


5 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • il 10/02/2012 21:01
    Adesso che ho superato già
    tanti dolori e posso
    leggere il mio destino come
    una mappa piena di errori,
  • il 05/05/2011 00:10
    la mia scrittrice preferita... e uno dei suoi componimenti più belli
  • Laura cuoricino il 04/07/2010 15:53
    .. il destino come una mappa piena di errori..., ci ritroviamo un po' in queste semplici e profonde righe! W la coerenza!
  • il 05/06/2010 15:41
    Un invito ad una vita più coerente in un malinconico ricordo di un'esistenza immersa in spaziosi orizzonti oscurati da esseri abietti.
    Si accenna ai tragici avvenimenti del Cile.
  • Maria Rosa Cugudda il 20/04/2010 17:13
    Opera molto coinvolgente e sentita, invito ad un'esistenza più sull'aria della coerenza che su quella illusoria. Apprezzata!