username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Bianco sargasso

In aereo avanti e indietro lungo la costa
incapace di penetrare questa terra.

L'ombra delle nubi dipinge macchie sul mare.

Sotto. Un cavalluccio marino. Si sposta
piano tra le alghe che lo proteggono.

La terra si muove sui fondali.

Ieri non c'erano nubi.
Ieri non c'era mare.
Solo ora. Questa distanza.

Disorientati ai confini della terra
anche i fiumi non possono entrare.

Sto pensando a progetti
lontano dal centro.

Ora i monti si dividono vicino alla costa
frantumandosi in crepacci grigio chiaro.
Qui e là appaiono e scompaiono valli.
Gli alberi si infittiscono. Nuovi spostamenti.

Il mare increspato sale verso le pieghe del cielo.
Imitando le valli.
Sotto il mare, sotto la nube,

sotto la montagna coperta di alberi
la Terra si nasconde.

Mi attacco al mio bianco sargasso.
Creatura del cielo fra le erbe dell'aria.

 


0 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati