username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Come spostando pietre

Come spostando pietre
geme ogni giuntura! Riconosco
l'amore dal dolore
lungo tutto il corpo.

Come un immenso campo aperto
alle bufere. Riconosco
l'amore dal lontano
di chi mi è accanto.

Come se mi avessero scavato
dentro fino al midollo. Riconosco
l'amore dal pianto delle vene
lungo tutto il corpo.

Vandalo in un'aureola
di vento! Riconosco
l'amore dallo strappo
delle più fedeli corde
vocali: ruggine, crudo sale
nella strettoia della gola.

Riconosco l'amore dal boato
- dal trillo beato -
lungo tutto il corpo!

 


5 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • agave il 28/12/2013 01:14
    è bella la limpidezza con cui l'autrice parla del suo amore così intenso
  • Maurizio Cortese il 18/09/2011 09:28
    Bisogna aver tanto amato per scrivere questi versi.
  • patrizia chini il 08/09/2011 10:33
    la chiusa è "mondiale"... dà speranza, illumina e riscalda tutto il dolore dell'uomo inciso nei versi precedenti.
  • Ada Piras il 11/06/2011 13:05
    BELLISSINA POESIA 10 STELLE
  • ELISA DURANTE il 07/06/2011 06:40
    "riconosco l'amore dal boato..." . Versi smaglianti!