username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La meditazione

La nostra paura più profonda
non è di essere inadeguati.
La nostra paura più profonda,
è di essere potenti oltre ogni limite.
È la nostra luce, non la nostra ombra,
a spaventarci di più.
Ci domandiamo: " Chi sono io per essere brillante, pieno di talento, favoloso? "
In realtà chi sei tu per NON esserlo?
Siamo figli di Dio.
Il nostro giocare in piccolo,
non serve al mondo.
Non c'è nulla di illuminato
nello sminuire se stessi cosicchè gli altri
non si sentano insicuri intorno a noi.
Siamo tutti nati per risplendere,
come fanno i bambini.
Siamo nati per rendere manifesta
la gloria di Dio che è dentro di noi.
Non solo in alcuni di noi:
è in ognuno di noi.
E quando permettiamo alla nostra luce
di risplendere, inconsapevolmente diamo
agli altri la possibilità di fare lo stesso.
E quando ci liberiamo dalle nostre paure,
la nostra presenza
automaticamente libera gli altri.

 


7 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • maria angela carosia il 27/04/2016 13:31
    Condivido pienamente
  • il 18/12/2013 13:46
    non è una poesia
  • Gianni Spadavecchia il 14/12/2011 14:18
    Molta intelligenza in pochi versi.. Giusta osservazione! Basta non aver paura dei propi pregi e difetti..
  • il 19/06/2010 08:59
    Condivido il pensiero solo in parte non essendo credente. Sono d'accordo sul fatto che si nasce luce e che tutti abbiamo la possibilità di brillare. Ma dipende dalla nostra volontà. Scegliere la via della luce o seguire il percorso buio.
  • Donato Delfin8 il 22/09/2009 21:01
    Intesa e vera.
  • giancarlo milone il 22/08/2009 05:23
    bellissima, anche se non mi riconosco nelle sue parole...
  • il 24/04/2009 20:58
    Senza parole...