username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

non navighiamo sullo stesso mare

Non navighiamo sullo stesso mare,
eppure così sembra.
Grossi tronchi e ferro in coperta,
sabbia e cemento nella stiva,
io resto nel profondo, io avanzo con lentezza,
a fatica nella tempesta,
urlo nella nebbia.
Tu veleggi in una barca di carta,
e il sogno sospinge l'azzurra vela,
così dolce è il vento, così delicata l'onda.

 


4 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ELISA DURANTE il 22/07/2011 18:17
    Una barca di carta necessita di un vento delicatissimo... Mi piace!
  • il 05/11/2010 12:26
    Piace la meafora e il senso di estraneità tra le persone.
  • giancarlo milone il 22/08/2009 05:25
    bella, ma niente di eccezionale
  • loretta margherita citarei il 15/03/2009 20:48
    poesia romantica