username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il dolore dell'anima

Incredibile come il dolore dell'anima non venga capito. Se ti becchi una pallottola o una scheggia si mettono subito a strillare presto-barellieri-il-plasma, se ti rompi una gamba te la ingessano, se hai la gola infiammata ti danno le medicine. Se hai il cuore pezzi e sei così disperato che non ti riesce aprir bocca, invece, non se ne accorgono neanche. Eppure il dolore dell'anima è una malattia molto più grave della gamba rotta e della gola infiammata, le sue ferite sono assai più profonde e pericolose di quelle procurate da una pallottola o da una scheggia. Sono ferite che non guariscono, quelle, ferite che ad ogni pretesto ricominciano a sanguinare.

 


3 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Tanelli il 27/03/2015 13:20
    Non è vero tante ferite guariscono, grazie a Dio
  • Ada Piras il 05/05/2011 10:11
    Sono ferite e come tutte le ferite possono riaprirsi se non vengono chiuse bene.
  • Alessandra Paparella il 05/05/2011 09:09
    Ed aggiungerei ferite dal quale non si guarisce.. finchè, almeno, non arriva un altro sentimento, più forte del primo, più profondo del primo, più vero del primo; ma anche lì si sbaglia, perchè si ha paura e, se non si sta attenti, all'improvviso l'unica cosa importante che abbiamo trovato si dissolve.