username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ode al giorno felice

Questa volta
lasciate
che sia felice,
non è successo
nulla a nessuno,
non sono da
nessuna parte,
succede solo che
sono felice
fino all'ultimo
profondo angolino
del cuore.

Camminando,
dormendo o
scrivendo,
che posso farci,
sono felice.
Sono più
sterminato
dell'erba
nelle praterie,
sento la pelle
come un albero
raggrinzito,
e l'acqua sotto,
gli uccelli in cima,
il mare come
un anello intorno
alla nia vita,
fatta di
pane e pietra
la terra
l'aria canta come
una chitarra.

 


2 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • rosaria esposito il 26/03/2011 16:51
    sei grandissimo Pablo! semplicità e genialità emozione pura! dove troveremo altri poeti?
  • bernardo gentile il 20/02/2009 16:16
    Uno stato estatico di una interiorità lirica.