username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Canzonetta

La primavera dorme lieve,
sul prato trasparente,
fra il vuoto dell'erba
e il tepore del vento.

Nell'acqua del suo seno
guardo il mio viso selvaggio
di ragazzo specchiato su viole
morte da mille annate.

Ma dorme... Il suo veleno
è il tiepido respiro
dell'orizzonte chiuso
nel celeste del suo giro.

 


2 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • maria angela carosia il 31/08/2016 07:49
    Bella composizione
  • Giacomo Scimonelli il 02/08/2010 19:28
    primo verso che lascia senza parole... forte e diretto... poesia breve ma dalle tante sfumature