username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie di Renzo Pezzani

Ti piace Renzo Pezzani?  


Sette proverbi

"Non cercare la gioia
nelle cose lontane.

Se vuoi cogliere un fiore
non temere lo spino.

Non v'è cibo di re
più gustoso del pane.

Non è cosa che scaldi
più del nostro camino.

Non ti tocca fortuna
se non sei mattiniero.

Macchia più dell'inchiostro
un cattivo pensiero.

Non c'è acqua che lavi
più del pianto sincero."

   4 commenti     di: Renzo Pezzani


L'Angelo custode

Dice il Signore all'Angelo:
"Corri da quel bambino
e restagli vicino.
Non lo lasciar giammai".
"Signor, cosa gli dico
se mi chiede chi sono?"
Digli: "Io sono un dono
di Dio. Sono l'amico".
"E se piange che faccio?"
"Fa' come il pastorello.
Quel bambino è un agnello,
e tu lo prendi in braccio".
"E se gioca?" "Tu giochi.
I bambini innocenti
van felici di pochi
sassolini lucenti".
"Se ha sonno che ho da fare?
Sono così maldestro".
"Mettilo in un canestro
e lo fai dondolare".
L'Angelo via volò.
Ed era già lontano
nel ciel, che si voltò
per chieder più piano:
"E se ammala? Se muore?"
"Riportalo al Signore!"

   3 commenti     di: Renzo Pezzani


Preghiera per l'Eroe

Il più giovane, il più forte
con il sangue sulla faccia
e la croce delle braccia
disarmate dalla morte,
fu sepolto in questo prato
con le stelle di soldato,
senza bara né sudario,
senza un fiato di preghiera,
sotto un po' di terra nera
che somiglia al Tuo Calvario.
Diciott'anni andò alla guerra
e sua madre l'aspettò.
Or non ha più gente in terra
che gli dica un paternostro
e il suo nome scritto a inchiostro
sotto il sol si cancellò.
L'ha falciato la mitraglia
come un filo d'erba dritto:
era un giovane coscritto,
non pensava alla medaglia.
Se la terra l'imbavaglia,
io per lui ti pregherò.
Diciott'anni, o mio Signore,
sono belli da portare.
Com'è bella da donare
questa vita quand'è in fiore
Ora il fante contadino
disarmato dalla morte
dorme un sonno di bambino
coricato alle tue porte.
O Signore, tu lo puoi;
dagli il cielo degli eroi.

   4 commenti     di: Renzo Pezzani


L'arrotino

Arriva l'arrotino
e si ferma ai cancelli
e chiama il contadino
che gli porti i coltelli,
le forbici, le scuri.
Tutti quei ferri oscuri
invecchiati nei campi
ora mandano lampi.

   3 commenti     di: Renzo Pezzani