username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Pianefforte 'e notte

Nu pianefforte ‘e notte
Sona lontanamente
E ‘a musica se sente
Pe ll’aria suspirà.

È ll’una: dorme ‘o vico
Ncopp’a sta nonna nonna
‘e nu mutivo antico
‘e tanto tempo fa.

Dio, quanta stelle cielo!
Che luna! E c’aria doce!
Quanto na bella voce
Vurria sentì cantà!

Ma solitario e lento
More ‘o mutivo antico;
se fa cchiù cupo o vico
dint’a all’oscurità.

Ll’anema mia surtanto
rummane a sta funesta.
Aspetta ancora. E resta,
ncantannose, a penzà.

 


5 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ettorina Gerbelli il 25/04/2010 14:54
    la poesia e la canzone napoletana è sempre bellissima.
  • Cinzia Gargiulo il 10/01/2010 01:31
    Concordo pienamente con Antonio. Stupenda!
  • antonio castaldo il 19/04/2009 18:42
    anche qui senza parole... e me la tengo
  • loretta margherita citarei il 06/03/2009 08:05
    molto bella
  • il 20/02/2009 23:44
    na cosa fina o veramente
    stu pianefforte antico
    ca se siente sunà
    dinta 'llu vico amico
    tra tanta infamità...