username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Anellide ermafrodito

Mite letargo d'acque:
la neve cede chiari azzurri.

Sono memoria
d'ogni mia ora terrena,
angelo biancospino.

A te mi porgo trebbiato
senza seme; e duole dentro
pietà di magre foglie
che m'aiuta la morte.

Dalla fangaia affiora
roseo anellide
ermafrodito.

 


1 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • rosaria esposito il 04/07/2011 21:42
    anellide ermafrodito... vado a riposar su questo enigma ermetico, chiaro come una luna, oscuro come un buco nero. e denso.