username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dammi il mio giorno

Dammi il mio giorno;
ch'io mi cerchi ancora
un volto d'anni sopito
che un cavo d'acque
riporti in trasparenza,
e ch'io pianga amore di me stesso.

Ti cammino sul cuore,
ed è un trovarsi d'astri
in arcipelaghi insonni,
notte, fraterni a me
fossile emerso da uno stanco flutto;

un incurvarsi d'orbite segrete
dove siamo fitti
coi macigni e l'erbe.

 


2 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Laura cuoricino il 03/08/2010 14:59
    Bellissima, anche se triste!
    'Ti cammino sul cuore ed è un trovarsi d'astri'...è così romantica!
  • il 12/05/2010 13:56
    Bellissima. Il dolore ed il peso della vita che il poeta vede come un fossile trasportato da n'onda stanca.