username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie di Sandro Penna

Ti piace Sandro Penna?  


Pagine: 123

Le nere scale della mia taverna

Le nere scale della mia taverna
tu discendi tutto intriso di vento.
I bei capelli caduti tu hai
sugli occhi vivi in un mio firmamento remoto.
Nella famosa taverna
ora è l'odore del porto e del vento.
Libero vento che modella i corpi
e muove il passato ai bianchi marinai.

   1 commenti     di: Sandro Penna


Mi nasconda la notte e il dolce vento

Mi nasconda la notte e il dolce vento.
Da casa mia cacciato e a te venuto
mio romantico antico fiume lento.
Guardo il cielo e le nuvole e le luci
degli uomini laggiù così lontani
sempre da me. Ed io non so chi voglio
amare ormai se non il mio dolore.
La luna si nasconde e poi riappare
lenta vicenda inutilmente mossa
sovra il mio capo stanco di guardare.

   2 commenti     di: Sandro Penna


amore in elemosina chiedendo

Amore in elemosina chidendo
andavoper la strada polverosa.
E il sole mi rideva intorno, intento
a una mia novità meravigliosa.

   7 commenti     di: Sandro Penna


Mi adagio

Mi adagio nel mattino
di primavera. Sento
nascere in me scomposte
aurore. Io non so più
se muoio o se rinasco.

   2 commenti     di: Sandro Penna


Fuggono i giorni lieti

Fuggono i giorni lieti
lieti di bella età.
Non fuggono i divieti
alla felicità

   4 commenti     di: Sandro Penna




Pagine: 123