username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Autunno

Quieto è il dirupo folto di ginepro.
Pettina la criniera autunno - saura.

Va l'azzurro stridore dei suoi ferri
sopra il drappo fluviale delle sponde.

Con passo accorto, il vento - asceta monaco
macera foglie ai bordi delle strade.

E bacia sopra l'arbusto del sorbo
le rosse piaghe di un Cristo invisibile.

 


3 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • egidio il 18/05/2016 18:17
    Sui versi di questo Poeta si è andata formando la mia sensibilità artistica degli anni giovanili... bei tempi!
  • il 18/12/2013 13:43
    questa è poesia; o meglio, come ancora oggi dovrebbe essere la poesia, e non un continuo lamentarsi di quanto si è sfigati, di quanto fa schifo il mondo, di quanto è cattiva la donna che non te la da.
  • il 11/12/2010 14:04
    Con passo accorto, il vento - asceta monaco
    macera foglie ai bordi delle strade.

    Che versi!!!