username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Accidia

In un giardino, un vagabonno dorme
accucciato per terra, arinnicchiato,
che manco se distingueno le forme.

Passa una guardia: - Alò! - dice - Cammina! -
Quello se smucchia e j'arisponne: - Bravo! -
Me sveji propio a tempo! M'insognavo
che stavo a lavorà ne l'officina!

 


2 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • il 05/09/2011 18:13
    Attualissima... come tutte le poesie di Trilussa.
  • Laura cuoricino il 15/08/2010 06:23
    Ah, gli scansafatiche, credo che ancora cne siano...