username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dispiaceri amorosi

Lei, quanno lui je disse: - Sai? te pianto... -
s'intese gelà er sangue ne le vene.
Povera fija! fece tante scene,
poi se buttò sul letto e sbottò un pianto.

- Ah! - diceva - je vojo troppo bene!
Io che j'avrebbe dato tutto quanto!
Ma c'ho fatto che devo soffrì tanto?
No, nun posso arisiste a tante pene!

O lui o gnisuno!... - E lì, tutto in un botto,
scense dar letto e, matta dar dolore,
corse a la loggia e se buttò de sotto.

Cascò de peso, longa, in mezzo ar vicolo...
E mò s'è innammorata der dottore
perché l'ha messa fòri de pericolo!

 


5 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Pino Badalamenti il 12/09/2010 17:53
    Quando sembra che il mondo ci sia crollato addosso, ma poi, con il passar del tempo, tutto ritorna normale e la vita ci sorride ancora e con essa anche l'Amore.
    La morale dovrebbe proprio quella che dice un vecchio proverbio se non c'è nulla da fare, perchè disperarsi - se si può fare qualcosa, perchè disperarsi.
  • Laura cuoricino il 15/08/2010 06:36
    Speriamo che non la pianti anche 'er dottore, si no'?
  • il 28/11/2009 00:56
    Una saggezza tutta popolaresca. Ma bella.
  • CARMEN GULLO il 01/11/2009 22:00
    bella@
  • il 08/07/2009 13:52
    Forte!