username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie di Ugo Betti

Ti piace Ugo Betti?  


Notte di Primavera

Notte di primavera
La capinera prova una canzonetta
ricamata di trilli
e poi cinguetta
come una scolaretta.
I grilli
bisbigliano graziose parole
alle margherite vestite
di bianco. Spuntano le viole...
A notte le raganelle
cantano la serenata per le piccole stelle.
I balconi si schiudono
perché la notte è mite.
e qualcuno s'oblia
ad ascoltar quel che voi dite
alle piccole stelle;
o raganelle
malate di malinconia..

   1 commenti     di: Ugo Betti


Estate di San Martino

Schiarita di novembre
al tuo breve sereno
già il camposanto di fioretti è pieno.

Di solingo giardino
quasi marmoree panche
aspettano le tombe, al sole, bianche.

L'erba, che ai sonni invita, come d'aprile è folta:
gonfiano le radici un'altra volta.

Che aprile sia tornato
e l'amoroso affanno,
dentro la terra i morti crederanno.

Schiarita di novembre,
al pallido sereno
il camposanto di fioretti è pieno.

   0 commenti     di: Ugo Betti


Pagliaccio

Ed ecco un flauto si mette a suonare!
Allora un pagliaccio rosso
coperto di campanellini
esce a ballare con lazzi e inchini!
E tenta una capriola...
Fa finta di farsi male...
Ride...
Si drizza con un salto mortale!
Poi s'arrampica, come fa il gatto
per acchiappare i pipistrelli!
E poi fa finta di ruzzolare
perché ridano tutti quanti!

   2 commenti     di: Ugo Betti