username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Alla morte

Morire sì,
non essere aggrediti dalla morte.
Morire persuasi
che un siffatto viaggio sia il migliore.
E in quell'ultimo istante essere allegri
come quando si contano i minuti
dell'orologio della stazione
e ognuno vale un secolo.
Poi che la morte è la sposa fedele
che subentra all'amante traditrice,
non vogliamo riceverla da intrusa,
né fuggire con lei.
Troppo volte partimmo
senza commiato!
Sul punto di varcare
in un attimo il tempo,
quando pur la memoria
di noi s'involerà,
lasciaci, o Morte, dire al mondo addio,
concedici ancora un indugio.
L'immane passo non sia
precipitoso.
Al pensier della morte repentina
il sangue mi si gela.
Morte non mi ghermire
ma da lontano annùnciati
e da amica mi prendi
come l'estrema delle mie abitudini.

 


4 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • bruno guidotti il 16/11/2012 10:45
    La morte colei destinata a prendere fra le sue braccia un esistenza giunta al suo termine. Amica e rifuggio al dolore che attanaglia, ma non per questo capita ed apprezzata. La morte ultimo appuntamento terreno. Grande Cardarelli.
  • giuseppe gianpaolo casarini il 31/08/2012 09:47
    Intensa riflessione del Poeta, di forte contenuto le immagini ed i sentimenti descritti in scorrevoli versi, il tutto che induce il lettore dapprima ad una attenta rilettura dei testo ed infine ad una profonda, in silenzio, interiore riflessione.
  • Giacomo Scimonelli il 05/08/2010 07:59
    scritta magistralmente... lettura scorrevole... semplicemente stupenda
  • il 30/11/2009 01:51
    Questa poesia è bellissima. Non solo esteticamente, ma sì per il contenuto. Alla morte bisogna prepararsi, perchè è una nostra condizione. Per questo il poeta chiede ad essa di annunciarsi da lontano. la morte fa parte della nostra condizione. Il nostro tempo, invece, tende a rimuoverla. non si muore in casa, ma in un asettico ospedale. Così essa appare naspettata e tragica, tragica perchè inaspettata.