username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

A uno sconosciuto

Sconosciuto che passi! Tu non sai con che desiderio ti guardo,
Devi essere colui che cercavo, o colei che cercavo (mi arriva come un sogno),
Sicuramente ho vissuto con te in qualche luogo una vita di gioia,
Tutto ritorna, fluido, affettuoso, casto, maturo, mentre passiamo veloci uno vicino all'altro,
Sei cresciuto con me, con me sei stato ragazzo o giovanetta,
Ho mangiato e dormito con te, il tuo corpo non è più solo tuo né ha lasciato il mio corpo solo mio,
Mi dai il piacere dei tuoi occhi, del tuo viso, della tua carne, passando,
In cambio prendi la mia barba, il mio petto, le mie mani,
Non devo parlarti, devo pensare a te quando siedo in disparte o mi sveglio di notte, tutto solo,
Devo aspettare, perché t'incontrerò di nuovo, non ho dubbi,
Devo vedere come non perderti più.

 


2 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Emanuele Russo il 05/11/2015 17:31
    L'amore è sicuramente una sensazione che si prova per la prima volta quando si vede una persona, così intenso che non lo perdiamo mai di vista.
  • il 27/04/2010 14:41
    Poesia che parla del déja vu. Capita a tutti d'incontrare qualcuno che ci sembra di aver già visto altrove, in altri tempi ed altri luoghi. A volte rimane in noi il desiderio irrefrenabile di voler incontrare di nuovo questa persona, di conoscerla e di amarla.