username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sonetto 122

Il dono tuo, il quaderno, è dentro la mia mente
Scritto tutto in memoria imperitura,
Che assai più durerà di quelle vuote pagine,
Oltre ogni termine, fino all'eternità.
O almeno fino a che la mente e il cuore
Avranno da natura la facoltà di esistere,
Finchè al labile oblìo non daran la lor parte
Di te, il tuo ricordo non potrà cancellarsi;
Quei miseri appunti non potrebbero tanto contenere,
Né mi occorre un registro per segnare il tuo amore;
Per questo ho osato dar via il tuo quaderno,
Fidando invece in quello che meglio riceve.
Il tenere un qualcosa che serva a ricordarti
Equivarrebbe a ammettere ch'io so dimenticarti.

 


3 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Laura cuoricino il 08/08/2010 10:55
    Riempie l'anima di tenerezza, infinita tenerezza!
    Lui ha provato, ha scritto in magnifici versi quel che il suo cuore viveva ed ora noi riviviamo tutto
    questo...
  • il 21/03/2009 14:58
    Splendida...
  • loretta margherita citarei il 06/03/2009 08:16
    sembra impossibile commentare poesie così belle