username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sonetto 24

Il mio occhio s'è fatto pittore ed ha tracciato
L'immagine tua bella sul quadro del mio cuore;
il mio corpo è cornice in cui è racchiusa,
Prospettica, eccellente arte pittorica,
Ché attraverso il pittore devi vederne l'arte
Per trovar dove sia la tua autentica immagine dipinta,
Custodita nella bottega del mio seno,
Che ha gli occhi tuoi per vetri alle finestre.

Vedi ora come gli occhi si aiutino a vicenda:
I miei hanno tracciato la tua figura e i tuoi
Son finestre al mio seno, per cui il Sole
Gode affacciarsi ad ammirare te.

Però all'arte dell'occhio manca la miglior grazia:
Ritrae quello che vede, ma non conosce il cuore

 


7 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Louis L. il 12/05/2013 21:22
    È una delle mie preferite. Magnifica
  • rosaria esposito il 26/05/2011 21:28
    la chiusa è divina.
  • Laura cuoricino il 08/08/2010 10:45
    Il cuore lo conosce solo chi ama...
  • Giacomo Scimonelli il 20/07/2010 14:36
    è vero... magnificamente magico... solo come i pochi amori lo sanno essere... magici ma veri
  • Valentina Locatelli il 20/07/2010 08:43
    é verissimo Giacomo... lo trovo magnificamente magico.. al di la di tutto, oltre l'amore
  • Giacomo Scimonelli il 19/07/2010 15:59
    il suo amore si esprimeva come pochi... e questa opera ne è un esempio
  • Valentina Locatelli il 02/03/2010 09:40
    i primi tre vesri di questo sonetto sono, a dir poco, meravigliosi!!!!
    Una bellissima dedica per la persona amata...
    comunque Shakespeare è e rimarrà un grande!