username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesia animali

Pagine: 1234... ultima

Il polpo e la gallina

Cautamente si sporge dalla tana
coi grandi occhioni scruta tutt'attorno
poi con le braccia i sassi allontana
che lo celavano durante il giorno.
Esce il polpo per andare a cacciare
testa in avanti, procede a reazione,
sembra un siluro che trafigge il mare
mentre completa la sua esplorazione.
Elegante si posa sul fondale
dove qualcosa di strano l'attira,
muta il colore per sembrare ugual

[continua a leggere...]



Lila

Alta non più di due spanne
fedele compagna d'ogni giorno,
coraggiosa e obbediente al richiamo:
cos'è successo quell'infausto giorno?

Sdraiata sulla fresca erbetta primaverile
facevi capriole a non finire, giocavi da sola
spensierata sorridevi felice al caldo sole mattutino;
ti sentivi protetta nel tuo magico regno, ma non fu così.

La falciatrice senza cuore inesorabile avanzava

[continua a leggere...]



cagnetto

Cagnetto
tu mi hai rallegrata
come nessun altro
ha mai fatto;
con gli occhetti vispi
e il mobido manto
mi sei saltato sulle ginocchia
a scodinzolar felice. Ed io
cagnetto
che felice
non lo sono quasi mai,
mi son sentita amata.
Cagnetto,
ti dico grazie perchè
pur non conoscendomi
mi hai dato affetto!

1
1 commenti    0 recensioni      autore: valeria raffa


Nati liberi

Vi rivedo,
ad un ad uno,
amici di ieri,
acciambellati
su morbidi sofà,
spiando, sornioni,
ogni mossa,
ogni sospiro.
Chicco, Benny, Giulia…
e poi… tanti…
troppi… per una
civile abitazione.
Sottratti alla strada,
all’indifferenza,
alla grettezza umana.
Palle di pelo,
aggrovigliate,
in un’unica matassa.
Soffici peluches,
dagli occhi lampeggianti
e dai corpi,
ripetut

[continua a leggere...]



Il gabbiano stanco

Ormai è solo
all' imbrunire.

Spicca un forte vento
ed il sole, è spento.

Tetro stà, alla sua tana
sorvegliando dall' alto del cielo.

Il gabbiano...
ormai è stanco...


Ed il tempo trascorso
senza fine... vola via...

Fosse solo un ricordo lontano,
lontano, lontano.

Dove si vede il gabbiano
volare sopra le gelide acque.

Il suo volo, sà di trionfale
ed estasiato, s

[continua a leggere...]



La lumaca

Lemma lemma
senza dilemma,
pian pianin
move se
e la su' casa,
ma spesso
lontano arriva.



Gufo

Nottambulo guardiano della notte,
silenzioso ed attento, vegli sulla foresta dall'alto
del tuo rifugio.
Il tuo sguardo profondo riesce a penetrare
come raggi x in tutti gli anfratti,
e al più piccolo rumore
le tue orecchie diventano sempre più vigili
a captare i rumori della notte,
nel profondo e misterioso buio del tuo regno.



La coccinella

Eccola lì, mentre mesta ed assorta
gusta la rugiada mattutina
che bagna la piccola foglia
che smorta si raccoglie
alla base dell’alto albero.

La assapora, tutta la prende
e mentre voleggia fra i fiori dischiusi,
brevi gocce di trasparente acqua
solcano i vellutati petali:
è la coccinella che col suo saluto
augura il risveglio al mondo.

3
7 commenti    1 recensioni      autore: sara rota


Il gatto (Rufus)

In falso inverno cominciò una fiaba:
era l'inizio della primavera.
Venne dal pelo maculato eroso,
nuda la carne e una malferma zampa,
tra la neve mendicando un osso
il gatto e qui trovò ristoro.
I tuoi attenti atti e un amorevol tetto
a ritrovar le forze e la speranza
di vita migliore e senza stenti
lo portaron. Or ti guarda felice
e ti sorride alla carezza attento.




Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Animali.