username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie sulla disabilità

Pagine: 1234... ultima

Costarainera

All'Isola felice di Costarainera
Le cappellette bianche
Coi nomi in bronzo
Si affacciano su un praticello
Quattro file di croci
Bianche di legno
Identiche
Senza nome
Insignificanti
Dovute
Dimenticate
Qualcuno ha portato una rosa gialla
Medaglia al demerito di essere vissuti
Sotto una pioggia fredda
Sotto un ombrello nero
Io il becchino e il prete
Alla tomba del matto

1
5 commenti    1 recensioni      autore: karen carboni


Dietro le maschere

So che l'altro non mi vede
così stacco l'anima al mio "io".
Persino quando m'addormo:
adagio la maschera del giorno
accanto al fiato della notte
poi, sopra
incastro quella delle ore
su quella dei minuti
per nascondere meglio
questa mia disarmonia.
Lascio che la maschera notturna
Guardi, inabile, quelle del suo ieri:
sconosciute senza corpo
accanto alla malinconia.
E
getto via

[continua a leggere...]



Noi... gli altri

Visi ingenui
sorridono l'apparir
di nuovi sguardi

In essi
l'animo gentile
rispecchia
come il sole in acque chiare

Acque
senza intrugli

ne ristagni.

Acqua vera

Acqua

leggera e pura



Poveri

Su di una panchina
il barbone s' addormenta,
mentre la sua piccina
si tormenta.



Il sogno di un sorriso

Non vede.
Non sente.
Non parla.
Il suo pensiero vaga.
Buio ha nella mente,
di cose mai viste, né vissute,
indefinite.
Le piccole braccia tende.
Nel tatto cerca conoscenza
di tutto ciò che lo circonda.
La sua mano la madre prende,
ci si accarezza il viso.
L'angelo suo tra le braccia stringe.
Solo un sogno.
Il sogno di un sorriso.



Anormale

Goccia.

Goccia in un mare.
In un mare di squali,
Dove sono tutti normali.
Tutti..

E io sono l'unico pazzo,
che ancora s'azzarda
a sognare la notte,
al chiaror delle stelle.

In silenzio,
mentre languida cade, una
Goccia.



Messaggio dalle stelle... ( dedicata ai Diversamenti Abili 27/1/2011 )

Messaggio dalle stelle... ( dedicata ai Diversamenti Abili 27/1/2011 )

Ogni tuo passo
è un volo
per non cadere..
colmo di
quelle parole mute
mai confessate...
ricche del desiderio
di esserci.
Tu che respiri il dolore
tagliente nell'anima...
e sai quanto una lacrima
aspetta impaziente
il sorgere
di un prezioso sorriso...
che è sempre venato
del tramonto..
ma inganna il destino

[continua a leggere...]

6
8 commenti    0 recensioni      autore: Rik Forsenna


"Vita a metà"

Destriero d’ acciaio
conduce il contuso corpo;
mente trotta nel mistico vivaio.


Inculcando filantropia e amore
conforti la pietà,
nella pace trilli dolore.


Pioggia, sole o vento
ritraggono misurati sogni,
la vita sopita da ineluttabile lamento.


Tu sei forte,
temerario,
avvilisci universali porte.


Figlio di Dio,
venerando del tuo puledro ponderose orme,
subodoro ch

[continua a leggere...]



Il parto non parto

Da quando
l'embrione
è,
anche l' Essere
è,
un'anima
già c' è,
in quel corpo informe
ed incompleto,
non del clero
paura
avere,
ma del solo Dio,
che tutto
vede,
e se ragion
dell'infelice atto
di non portar
alla luce
il frutto
è,
Lui,
l'occhio volta
ed oltre
va.



Figlio

Ti desiderava con tutto il suo cuore,
sapeva che eri fragile, indifeso
Accarezzandosi il grembo ti sentiva già grande.
Tu ora angelo in cielo,
insegnale a donare un sorriso ogni volta che ha voglia di piangere.
Adesso che non ci sei più aiutala ha capire che Dio le è vicino.
Sai non ti conosceva eppure ti chiamava già per nome.




Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene poesie sui disabili e il mondo della disabilità, con i suoi problemi ma anche le sue profonde ricchezze