username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie sulla disabilità

Pagine: 1234... ultima

Anormale

Goccia.

Goccia in un mare.
In un mare di squali,
Dove sono tutti normali.
Tutti..

E io sono l'unico pazzo,
che ancora s'azzarda
a sognare la notte,
al chiaror delle stelle.

In silenzio,
mentre languida cade, una
Goccia.



Aquila dagli occhi leggeri

Rugiada che cade al mattino
la tua lacrima vicino al camino
di chi soffre col dovuto pudore
l'aver mai potuto volare.

Tu sensibile, dall'animo buono
mai affranta tanto prezioso il dono
mai dato colpe remote
inchiodata da sempre su quelle due ruote.

L'ignoranza, gli insulti, gli sguardi
la difficoltà di sentirti degli altri
ma dentro un'aquila che corre nei cieli
e tanta forza nei t

[continua a leggere...]

2
3 commenti    1 recensioni      autore: Raffaele M.


Piccolo Grande Uomo

Mi hai insegnato cos'è la pazienza
il saper attendere senza ansia
senza grandi aspettative
giorno per giorno
gustando piccoli momenti
Sorrisi
sguardi colmi d'amore
I tuoi gesti lenti
l'impegno e la fatica
di un semplice movimento..
Non potrei immaginarti diverso
Tu sei tu
così come sei
Il tuo corpo danza
Le tue manine dalle movenze particolari
e le buffe espressioni
che adoro

[continua a leggere...]



Lucia senza memoria

Con mani conserte stai,
ad osservare un cielo lontano
intriso di sangue,
per paura di non capire
come il mondo sbiadisce
tra lame metallliche.
Con parole confusi parli,
di un tempo senza tempo,
di incudini di meteorite,
martellanti nel cervello assente.
Lucia... Lucia... mi senti?
Oltre il baratro, come giavellotto,
lanci il tuo corpo,
spoglio di un'anima senza confini.
Adesso baratt

[continua a leggere...]

1
7 commenti    0 recensioni      autore: Ruben Reversi


Traguardo

Pesante è il passo tuo,
strascini i piedi con dolore,
e lento sei, nessuno più aspetta te
e tu il traguardo hai perso..
Sempre ultimo sarai agli occhi degli altri.
Guardami, afferra la mano mia,
offesa lei non ti arrecherà,
sostegno e amore essa ti porge.
Socchiudi gli occhi perchè io non veda
cristalli di lacrime lasciare gli occhi tuoi
e ritrai la tua mano, troppo dolore investe l

[continua a leggere...]

5
4 commenti    1 recensioni      autore: bruna lanza


Cammino

cammino per le vie del centro
con le cuffie nell'orecchio
note e mille altre cose per la testa

la gente mi osserva
cosa avrò che non va?
cammino a testa alta e saluto le signore
che hanno sul volto quel sentimento di compassione

io cammino, a modo mio
la testa viaggia, il cuore batte
e mi dimentico di esser diversa!

6
10 commenti    3 recensioni      autore: marzia


Diversità

Ciascuno è singolarità
prezioso essere individualità.

Ama la tua diversità
il sentire come alterità
né disprezzare mai il prossimo tuo
come se fossi centro di un mondo che
non ti appartiene.

Vivi amando accogliendo,
sebbene tu pianga non riamato.

Ama chi vive e per te soffre
solo perché ha occhi diversi
un corpo una mente altra da te.

Ama incondizionatamente chi implora

[continua a leggere...]



Fragile

Un corpo
talmente fragile
che basterebbe
un alito di vento
a farlo crollare,
eppure,
nonostante
vacilli paurosamente,
resta strenuamente
aggrappato alla vita


Nel mare
della sofferenza
una forza invisibile
ma incredibilmente potente
lo tiene a galla,
la forza inesauribile
di un'anima guerriera
che mai alzerà
bandiera bianca

1
15 commenti    0 recensioni      autore: Mat S


Amico che sei diverso

In terre straniere,
deserti di ghiaccio e gelide lande,
dove giunsi
e l'anima si bagnò nel riposare
lavacro di sedotte attese
rapite da sprazzi che confondono,

lì, oasi e rifugio,
pudica ombra al riparo
dai palesi oltraggi dell'anima

perché,
amico che sei (dicono) diverso
solo e lontano dai traguardi
comuni e mediocri

ricchezza è sentirti parte di me

-amata alterità

[continua a leggere...]



Menù fisso

La tavola da tanto, da sempre è pronta
Al Padron che a sedersi sia tu, io, loro, poco; niente importa.

Alcune cose le offre son lì, pronte da prendere,
altre no, le vuole, le deve, per forza vendere.

All'inizio ti trovi seduto, ignori il perché,
ma così è;
non hai neanche fame sei solo curioso,
confuso,
dall'odor che sé diffuso.

C'è chi s'abbuffa e non è mai sazio,
chi so

[continua a leggere...]




Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene poesie sui disabili e il mondo della disabilità, con i suoi problemi ma anche le sue profonde ricchezze