username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie sulla disabilità

Pagine: 1234... ultima

regalo di primavera

Rinchiuso
in un guscio calcare
osservo
il mondo mio
stretto.
Di fuori
rumori assordanti
profumo
di mosto
e di terra.
La paura di uscire
e la voglia
sulla statera
hanno ugual peso.
Coraggio
è venuto il momento
il becco
usato a piccone
la luce
gli odori
più forti
e l’ala
piegata
mia
offesa.
Siam tre
non più da solo
una coperta di ali giganti
che scalda
protegge
c

[continua a leggere...]



Ballata in DO minore

Ho messo in terra
il mio lettore cd
in modo che le note
lente impiegassero
più tempo a salire
verso la mia mente,
solo musica
senza parole
per assaporare
la melodia,
saziarmi
di SI minore
accompagnato da un La
e un RE minore.

RE minore

Un povero RE
che sogna grandezza,
pochi servi e contadini
riesce a soggiogare
nella sua tenuta
nei suoi campi
muoiono di fame
danno alla

[continua a leggere...]



la voce del silenzio

Ho ascoltato la voce del silenzio
e mi ha messo tra le mani giocattoli muti.
Ho provato a raccogliere l'innocenza
di un'altalena mossa da una spinta.
Ma il vento mi ha portato lontano dai dolori,
dove il dondolìo di una bambina
asciugava le lacrime al sole.
Le ho sussurrato fiabe incise
dalla lingua dell'amore,
ma non ho trovato le parole
per far mio quell'incanto.
I suoi sospiri

[continua a leggere...]

   10 commenti     di: Andrea Iaia


Verso il tuo volare

S'annidano silenziosi ma...
"quel tumulto"
vive gioioso
dentro il tuo sguardo
perso in alto
ridente e assente
"per chi non ti vive"
sei un mistero...
leggiadro sei
come un angelo
dal cuore pulito
sceso tra noi per donarci
una carezza d'umiltà
vivere per
insegnarci a volare
lassù in alto nel cielo
dove il mistero
vive in te
anima straniera...



Marinai senza vele

Di quanti hanno camminato per l'anima mia
-portando pensieri o sguardi fieri-
mi rimane solo il tuo azzurro sorriso,
muto stiramento di labbra bambine
che tacciono sempre di più.

Tal silenziose ombre
avanzeranno poi fuor dalla memoria nomi di chi
- marinaio senza vele del mare della vita -
mi chiamava di un nome storpio
(ma che bello era il sorriso che l'accompagnava!)
a chieder un a

[continua a leggere...]




Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene poesie sui disabili e il mondo della disabilità, con i suoi problemi ma anche le sue profonde ricchezze