username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie sulla disabilità

Pagine: 1234... ultima

Noi... gli altri

Visi ingenui
sorridono l'apparir
di nuovi sguardi

In essi
l'animo gentile
rispecchia
come il sole in acque chiare

Acque
senza intrugli

ne ristagni.

Acqua vera

Acqua

leggera e pura



Disabili

Anime candide,
adagiate in questo cortile,
sono il compito in classe
assegnatoci dal Maestro,
rispettare la traccia
con parole sincere
dolci e piene di amore,
ci porta tutti nella Classe Migliore.
Disabili pieni di vita,
profumano di eterno,
il loro fiato è mare.



L’angelo del Signore

Madre mia, i tuoi occhi traboccano
e specchiandomi in essi mi sento morire…
Padre mio, le tue labbra sussultano
soffri per me e questo mi fa impazzire…

Mi sforzo di parlare
ma a fatica capite il mio dire,
mi sforzo di camminare
ma per terra vado sempre a finire…

Per il mondo sono solo un “diversamente abile”
persona debole, un fardello inutile…
Per voi invece sono un

[continua a leggere...]



Indegnamente

Mai e poi mai,
l'Uomo,
ad immagine
dell'Onnipotente
Nostro Signore
plasmato,
per volontà
Sua misericordiosa,
ad umana larva
ridursi può,
e cibo e vestiario
tra i contenitori
dei rifiuti
procacciarsi.



Amico mio handicappato

Esci di casa al braccio della mamma,
saluti a capo chino, l'occhio vuoto
orlato dalle grinze, e con la flemma
parli ridendo e senza fare moto.

Poi silenzioso mandi un bel bacino;
su smorte labbra fermi il tuo sorriso
che par nel volto ingenuo, birichino,
invece è lo stupore del tuo viso.

Ogni volta commuove il tuo candore;
osservo disarmata il volto roseo
e sei tu che mi riempi del

[continua a leggere...]

   0 commenti     di: Verbena



Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene poesie sui disabili e il mondo della disabilità, con i suoi problemi ma anche le sue profonde ricchezze