username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie sofferenza e dolore

Pagine: 1234... ultima

C'è o no la fine?

Buio tombale,
avvolge il mio cammino
che scende e sale
e nemmeno un lumino
riesce ad attenuare
quel muro fitto
largo come il mare
ed io sconvolto e trafitto
dall'angoscia e dall'affanno
non annego, cado e mi rialzo
e vedo quanto dopo l'ultimo danno
resta dell'uomo che rimbalzo...
nel vuoto scuro come una falena
e mi ripeto ad alta voce
esisterà o silenti tenebre una pena
che non

[continua a leggere...]

0
2 commenti    0 recensioni      autore: Hamid Misk


Sopravvivere

È tardi, come sempre non dormo.
Ho ritrovato un vecchio album di fotografie.
Lo sfoglio, la mente vaga nei ricordi.
Quei visi che mi sorridono, che riportano la mente indietro nel tempo.
Ricordi lontani, ma ancora presenti, Giovanni che aveva paura dei fantasmi, Piero che voleva pattinare, ed ancora altri volti che mi sorridono.
In queste ore, dove tutto è silenzio, continuo a guardare una

[continua a leggere...]



Vidi... vedo

Vidi neonati gettati nel fuoco
e dagli occhi il sonno fuggì
Dio più non parlò.


I cancelli dell'odio si aprono
ogni giorno
del male c'è solo la domanda
non ha nome
ha i nostri nomi

di Samuel, Yehuda e Jona
delle loro sembianze non chiare
io sento la mancanza
ma il tempo cospira contro la memoria
se la lingua s'imbratta di parole inquinate

Sulla soglia della por

[continua a leggere...]

0
0 commenti    1 recensioni      autore: marina guarino


Guardati allo specchio

Ogni giorno guardati allo specchio e pensa a ciò che fai, a ciò che stai facendo...
A ciò che hai fatto e che farai;
Prova a pensare se sei fiero di quello che fai, di quello che sei.
Bè, io lo faccio...
Mi guardo allo specchio e sono fiero di me.
Sono fiero di quello che faccio, di quello che ho fatto;
Sono fiero di ciò che voglio fare...
Mi sento fiero di me, perchè sono umile, semp

[continua a leggere...]



La speranza

E la morte giunge,
nell'istante di una vita
piena di sogni e speranze,
la brutalità di passare
dalla vita alla morte cosi rapida,
lascia chi rimane sconcertati
senza lacrime, increduli
di un destino cosi amaro.
Con la tristezza nel cuore
ti affidi agli angeli
alle porte del paradiso,
alla fede e la speranza
di un mondo migliore,
ti affidi a quell'aldilà
per alleviare il dolore
c

[continua a leggere...]

1
1 commenti    0 recensioni      autore: davide


La mazzolata della donna angelo

L'uomo dagli occhi
iniettati di sangue
si sciolse sotto il sole

di un territorio deserto
dove l'aria era irrespirabile
dove il suo agire, animalesco

divenne irresponsabile,
brutale. Fornito di armi
di incredibile potenza

ne fece uso contro se stesso
e dall'alto gli Dei furiosi
lo dichiararono stupido, fesso.

Poi, la donna dagli occhi azzurri
che tutto d'amor, lei circondava
l

[continua a leggere...]

4
1 commenti    0 recensioni      autore: Raffaele Arena


Non cedo alla natura, non cedo

Non voglio farmi sconfiggere dalla natura,
non mi avrà:
lotterò con ogni forza per avere un'ora mia
al giorno e per avere il coraggio di una cedrata;

il coraggio e la sfrontatezza
di camminare per le vie del porto, incurante
del Male che ad ogni anfratto si nasconde
e che potrebbe strangolarmi ad ogni angolo
che imbocco. Come quei quattro cuozzi là,
vestiti di bianco e nero, che camm

[continua a leggere...]

0
1 commenti    0 recensioni      autore: roberto volpe


Il dio di tutti i varchi

Sei stato il sole nel mio angolo di cielo
quello che scalda fin dentro le ossa
dopo interminabili sguardi di pioggia
e gelate di solitudine

Sono stata il vento nel tuo spicchio di cielo
quello che scaccia le nuvole più scure
dopo la neve dell'inverno che scolora
silenzi e incomprensioni

Su di me ti sei posato
e ho bruciato
su di te ho soffiato
e hai volato

La cura eravamo
per

[continua a leggere...]

2
2 commenti    0 recensioni      autore: laura cuppone


Le sue mani sono l'unico ricordo che ho

Le sue mani dolci e crudeli mi toccano.
Le sue mani fredde e innocenti mi uccidono.
Le sue mani sono l'unico ricordo che ho.
Mi dicesti di fidarmi di te, lo feci non avrei potuto fare altrimenti ti amavo.
Mi dicesti che ti avrei ricordato per sempre, lo sto facendo non posso fare altrimenti, ti amo.
Mi dicesti che mi avresti portato in paradiso, lo facesti come potevi fare altrimenti, mi ama

[continua a leggere...]



Ammarando sulle mie rive

Affondo nell'uragano che ho dentro
baciata dai raggi del sole
cullata da belle parole
granelli di sabbia perduti per strada.
Un vento caldo, invade il cuore
a placare l'animo mio scosso
ammarando sulle mie rive
in cui follia e realtà
converge in un sol respiro astratto
dove le nuvole passano in silenzio,
il vento riesce ad accarezzarti, con dolce enfasi.

3
2 commenti    2 recensioni      autore: rosascarlatta



Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene poesie e frasi sul dolore, poesie sulla sofferenza