username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie su olocausto, Shoah, Giorno della memoria

Pagine: 1234... ultima

Per non dimenticare

Perdonare
non significa dimenticare,
cancellare il male subito,
come se nulla
successo fosse.
Serva la Memoria
per unire
in un coro unanime
le genti,
al grido di mai più.
Ed agire, affinché
mai più, nessuno
debba patire
violenza efferata.
Senza trascendere nell'odio
anche se meritato,
sia rivolta agli aguzzini,
la vendetta
degli uomini giusti:la Pietà,
virtù senza la qua

[continua a leggere...]



21 sul binario della morte

Soffocata da putridi aromi
spalla a spalla
con cadaveri eretti
dove orbite morte
hanno il nero del niente.
Su rotaie assoldate
i pensieri digrignano i denti
mentre l'urlo rappreso
si fa muto e deriso.
Scoppia lenta
lacrimevole arresa
-dignità chiede udienza-
ma nell'aria che getta cristalli
solo l'ultimo ferroso viaggio.

0
3 commenti    2 recensioni      autore: Manuela Magi


Eternità

Come le onde
ingannevoli o le brume
fumanti
odoro
di canneti
gracidanti,
di colli iridescenti;
questo giorno vivo
mi appartiene,
lo custodirò
rosa di spine e petali
vellutati,
appassita tra le pagine
ma sempre
eterna.

0
2 commenti    0 recensioni      autore: vincent corbo


Stalingrado

Ermellino.
Il pelo bianco
non ci ridesta ancora!
Sarà la neve
che ci assidera
nottetempo
come una cavalcata
di lupi ghiacciati!
Sarà la blanda
andatura
dell'orso bianco
a spezzare il sonno
del cacciatore!
Rullo di tamburi,
il sergente ci stanerà
tutti, uno ad uno:
sarà la duttile
armonia degl'innevati
faggi a salvarci
da Auschwitz?



Fiammiferi

Come tanti fiammiferi
chiusi in una scatola,
in quei rozzi e sporchi vagoni,
si accasciavano a terra
sopraffatti dal peso del dolore
e da quella coperta suicida
satura di odori corporei.

La morte aveva cominciato
a mietere il suo raccolto
tra lacrime che pungevano
gli occhi inariditi dei rimasti.

Colpi e rumori secchi,
mamme che supplicavano invano
per i figli che piangevano... e

[continua a leggere...]

7
7 commenti    1 recensioni      autore: Vilma


La ragazza dallo scialle

L'ameno ricordo
Di un ormai canuto vecchio
Quando il filo
Serrava ogni dove...
Col capo chino
La giovane donna
Rammenta
Dallo scialletto color porpora.
Sospirava ella
E di tanto in tanto
Tremando
Sorrideva
Mesta.
Vorace d'affetto
Di mani
Che a tratti
Poteva sfiorare.
Ed era la gioia
La forza
La speranza.
Il cuore suo puro
Non sapeva l'amore
Ma gli occhi di lei
Scioglievano i

[continua a leggere...]



L'olocausto degli ebrei. Perché?

***************************

L'OLOCAUSTO DEGLI EBREI. PERCHE'?

Deserti di ossa e dune di teschi,
occhiaie vuote e denti digrignanti
di forte rabbia per una morte orrenda,
deliranti nelle fosse gridano il dolore
e dai roventi forni le vermiglie fiamme
sputano al vento l'eloquente cenere
d'un olocausto truce e immotivato.
Come il canto degli uccelli in gabbia,
che tra le greto

[continua a leggere...]



A Rita

Nell'attesa della tua rinascita
un bagliore
si specchierà nelle cristalline fonti
del sapere

Luminose visioni,
forze incatenate,
catene della conoscenza primitiva
ci obbligheranno ad anni di solitudine

Tramuteranno gli anni in millenni
le esplosioni ai confini di orione,
mentre nuove comete,
foriere di distruzione, invaderanno i cieli notturni

una nova è esplosa ne cielo dell'u

[continua a leggere...]

2
2 commenti    1 recensioni      autore: cesare righi


I tiranni del giorno della memoria

Poche ore,
al giorno che
segnò
la fine di
tutte quelle
persecuzioni

Persone che
non avevano
colpa
subirono un
martiro
orribile

Tiranni queì
mostri che
uccidevano senza
alcun rimorso
come bestie
per poi essere mangiate

Poche ore,
per ricordare,
quei momenti e
quell'errore
povere persone
e bestie
quelli che
hanno ucciso

Ricordiamo insieme,
in modo che non
acc

[continua a leggere...]



Lenta, dolce morte

Ticchetta lento il tempo
nel buio vello notturno,
ove i fantasmi
non trovano pace.
Fumano le anime
nel cielo terso,
oltre le mura
che trattengono i sogni.
Ululano i cani
sotto la Luna -crudele-,
e non si fende
la nebbia
nei nostri cuori
ricolmi di Morte,
e nessun uomo risiede
dentro i nostri corpi vuoti...
(Dolcemente muore!)

3
1 commenti    0 recensioni      autore: clarissa catti



Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene frasi e pensieri sull'olocausto, la persecuzione nazista degli ebrei, la Shoah e il Giorno della memoria (27 gennaio)

Il Giorno della Memoria (27 gennaio) è una ricorrenza dedicata alla commemorazione delle vittime di Olocausto e nazionalsocialismo - Definizione Wikipedia