PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesia introspettiva

Pagine: 1234... ultima

Ferite e parole

La tua bocca lancia parole
come la fionda lancia il sasso.
Lascia segni arroventati e duole
Chissà? Se tu l'hai permesso!

Dalle ferite esce il sangue,
nel mio cuore un pianto nasce
lo chiudo con la forza e non esce.
Dentro gli anni, si spegne il vigore
che fu padrone nella giovinezza,
or più non trattiene le pupille,
mentre corrono due solchi luccicanti
lungo il viso imprigionato

[continua a leggere...]



Impulso vitale

Improvvisi giungono quei pensieri
leggeri come piume nel vento

delicati sfiorano l'anima
svegliandola dal letargo emotivo

donano vitale respiro
e la mente si accende

e con il cuore protende
a nuovo impulso di battito d'ali

a colorate pennellate
su tela ingrigita,

e prende forma una nuova vita!

   3 commenti     di: serio anna


Ricorda che siamo passeggeri

Ricorda che siamo passeggeri,
e come tali ci dobbiamo chiamare.
Come lacrime amare,
fedeli ai vetri del finestrino,
scivoliamo lungo la nostra strada,
le code di paglia bagnate dalla pioggia;
nascondiamo le nostre paure come fanno gli angeli,
i volti ardenti sulle rughe profonde
le dita insicure, immobili come il pensiero
proteggiamo il desiderio di sicurezza
con l'es

[continua a leggere...]

   4 commenti     di: tinie M.


Gli occhi chiusi

Lo so che è il sole
che con oceani d'alba
inonda le cose
e scopre di luce
le case
e i mille risvegli di bimbi
ed altre creature agitate.

Lo so che il sole
governa le ore,
brucia stagioni
e incendia di luce
le foglie
e i mille volteggi di farfalle
ed altre creature fatate.

Io so
che al sole
risplendono uguali
i re, i traditori,
i bidoni e i cani.

E che è al sole
che

[continua a leggere...]

   10 commenti     di: rosanna erre


Niagara di ricordi

Avevo riccioli d'innocenza,
nelle mani diventavano virgole di rondini
quando i cieli possedevano il blu dell'infinito
e le scorribande delle nubi facevano rumore.

Si annusavano i profumi dell'estate
quando i tigli sventolavano sopra i rami
e la frutta nei cesti dell'abbondanza,
coloravano di rosso tutto intorno.

Avevo mani di delicate dita
e le carezze soppesavano il tuo volto
nel

[continua a leggere...]

   3 commenti     di: Manuela Magi



Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Introspettiva.