username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesia su gravidanza e maternità

Pagine: 1234... ultima

Ricostruire

Ricostruire...
Una vita non vissuta,
e la candida pasta, sostenuta
da un amore profondo
prende forma:
e così nasci, Azzurra.
Tu sei la mia bambina,
la mia seconda figlia.
La prima è Desirée:
chiome castane, pelle di seta,
dolcissimo sguardo.
Ma, adesso, andiamo a noi,
piccola Azzurra,
dall'iride di mare
che intensamente amo
dal vestitino di cielo,
con tante piccole stelle.
Ti

[continua a leggere...]



Il mio piccolo miracolo

Due minuscoli piedini
perfetti
irrompono nella mia vita con un pianto.
Paura, felicità, inadeguatezza,
le sensazioni si accavallano.
Piano piano
tutto cambia
tutto torna
La vita che restituisce alla vita
un miracolo
che mi accompagnerà per sempre
Mio figlio



Anche quando non avra in bisogno di me

Voglio esser la prima parola
da te sempre citata,

il chiaro riflesso
nei tuoi eventi di tormenta,

l'unico sguardo visibile ai tuoi occhi
accerchiati da disinganni,

per donarti ancora più amore.

Amore anche quando
non avrai più bisogno di me, figlio mio.



La Vita (quando nasce)

Qualcosa ti sfiora,
qualcosa ti tocca,
qualcosa ti stringe, poi ti afferra e poi ti strappa... poi ti lascia!

Questo "qalcosa" poi ritorna e...
ti stritola, ti schiaccia, ti annienta,
qualcosa ti distrugge, qualcosa ti asporta ma...

qualcosa ti dà, ti consacra, ti consegna...
è la Vita, la nuova vita che si è formata, che Tu hai generata, originata, PARTORITA.

2
3 commenti    0 recensioni      autore: Laura Rametta


Crescere

Cresci
Cresci
Fantasia
Cresci
Autonomia
non perdere mai
la fiducia in te stessa,
non lasciare per strada
valori
amicizia
fiducia
sicurezza
disponibilità
comprensione
per le necessità degli altri,
vivi la vita familiare
la casa dei genitori
le possibilità del tempo libero
la pressione della scuola
la sessualità
e i sogni,
supera pian piano
quel muro di ostilità
che ogni

[continua a leggere...]



Incognita insoluta

Piangono madri su volti
di figli eterni bambini.
Chiedono il futuro ad un
destino ladro. Urlano
l'amore a carezze rubate.
Negli occhi la triste speranza
di un pozzo senza fondo
che non trova pace nel
tormento di una domanda
che rimane aperta:
"DOVE SEI?"



Eccoti

Stringi queste tue mani
apri gli occhi e poi
colori sfocati
calore
sentirai solo amore.



Farfalla

Farfalla
Io sento le tue ali
schiudersi nuove
dentro di me.
La tuo voglia
tenero desiderio
di vivere.
Immagino
i tuoi occhi.
In un caldo rosa
stringi sogni tra piccole dita.
Il mio cuore è la tua musica
io ti canto
la Vita.

Ti Amo.

0
5 commenti    0 recensioni      autore: roberta z.


ciclo

avete mai avuto la sensazione
di essere vuoti,
di essere solo dei contenitori di liquidi.
il tempo ti riempie.
ma questo basta?
ti basta davvero amica mia?




Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene una raccolta di poesie sulla gravidanza, il parto e la maternità