username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie sulla morte

Pagine: 1234... ultima

Quel piccolo giardino fiorito

L'aiuola curata,
a recinto
di un piccolo giardino fiorito-
In quella poca terra
urlavano orgogliosi
i semi che davano la vita
e tu fiero dicevi:
Vedrai, nasceranno!
Sogni d'incerto futuro
certezze di bellezza colta.
semplice ma frutto di oneste fatiche...
Un piccolo feudo...
ma tutto tuo.
"Vedi, entusiasma la vita con poco!"
Lo hai fatto, lo hai detto.
Poche parole,
una vita vera



L'ultimo saluto

S'alza un grido sordo
nel traffico della città,
le lacrime vuote
come le ossa di un volatile,
un gabbiano nella tempesta,
la morte lo sorprenderà.

Sul ciglio della strada
ad aspettare un forse
che ad arrivare tarderà.

E poi la conferma
di un coma illusorio
fermo nel tuo regno
sei rimasto solo.

La voce del rimpianto
è diventata muta,
scorreva limpide giornate
nel suo idol

[continua a leggere...]



Affrettare la morte spirituale

Non hanno bisogno
di immaginare
quel giorno.
Impercettibile
lo vivono
in ogni occasione
lasciata alla banalità
del caso:
raddoppia
la corsa
di quella signora,
toglie carne
al loro cuore,
fissa gli occhi
sull'orlo
del nulla.



Effimera memoria

Gli anni s'inseguono, inarrestabili,
come le instancabili onde del mare,
e uno dopo l'altro si disfano
sulla sabbia invisibile del tempo.

Inseguo anch'io i miei ultimi anni,
che scivolano irridenti tra le dita,
e simili a gocce iridescenti di vita
si perdono nei solchi della terra.

Saranno preda delle insaziabili radici,
che nutrono d'atomi sapienti
i nuovi germogli.
Continueranno

[continua a leggere...]



Pensando a te

Si rincorrono le stagioni,
l'estate ha giocato con l'autunno
che sta per prendere per mano
l'inverno.
Passano,
ancora più veloci qui,
dove tutto è amplificato,
dove tutto corre,
tutto ha fretta.
Il tempo è un corridore al traguardo
che deve arrivar per primo,
con le sue vittorie,
con le sue sconfitte.
Sulla strada dell'estate,
ha rapito i tuoi sogni,
ma il tuo sorriso no,
q

[continua a leggere...]



A mia madre

Madre,
che nel grembo della terra sei avvolta
come io lo ero dentro di te,

sei stata la mia prima cosa bella
e la mia ultima sconfitta,

poiché tu,
più di tutti,
hai capito il senso della vita
quando il malanno mi colpi il cervello,
bloccandomi per mesi
in un letto ospedaliero.

Capisti che non è la morte ad essere puttana
ma la vita.

Puttana è la vita, madre
più di qual

[continua a leggere...]

3
8 commenti    1 recensioni      autore: STEFANO ROSSI


Sangue

... gocciolò sulle labbra rapaci e vogliose.
Lacrime
Caddero sul fuoco verde
Alimentandolo
E le labbra sigillate dai punti di
Sutura non potevano gridare bestemmie sataniche unte di piacere perverso.
Grasso animale scivolava lento sui vetri incrinati di rabbia sadica disfacendo sculture di ghiaccio deformate dal tempo.
Urla nascoste raggiungevano radici marce macerate dal de

[continua a leggere...]

0
5 commenti    0 recensioni      autore: Ethel Vicard


Yara

Spesso il dolore si è infranto sui miei occhi
come una secca d'acqua trapiantata su un rivo,
come mancia di terra bruciata dal salso,
come impronta di sangue essiccata sul catrame.
Ogni volta l'anima s'accartoccia come foglia al freddo,
sospinta tra umana indifferenza in un verbo che non so,
in un monumento della noia cinica e sonnolenta.
Spesso ho incontrato lacrime stris

[continua a leggere...]

3
1 commenti    0 recensioni      autore: Michele Loreto


Ventotto ottobre ancora

Una stanza d'ospedale
Piano per non disturbare il dolore
Una stanza d'ospedale a bassa voce
Per non fare rumore
Dietro la porta tu
E tornavo bambina quando ti vedevo riposare
E camminavo in punta di piedi
Per non farti svegliare
ventotto ottobre ancora
Una porta aperta nel cuore
A risvegliare un dolore



In morte di mia zia, Suor Maria Daniela

Bella, tra le sorelle
la più bella!
Alla partenza
scegliesti il percorso
più in salita

in estasi
con il sorriso negli occhi
fissi al cielo

Piccola donna
sublimate
le brame del corpo
con il desiderio grande
di amare il prossimo...

della tua vita
facesti dono
a Dio e al mondo

Senza tremare
senza ascoltare altri
seguisti la "chiamata"
con coraggio e fermezza
sotto il

[continua a leggere...]

0
4 commenti    0 recensioni      autore: patrizia chini



Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Morte.