username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie sulla morte

Pagine: 1234... ultima

Inspiegabile

Non v'è nesso logico
quello che accade segue un disegno
dove i tratti da nitidi diventano sfocati
e tutte le certezze che avevi svaniscono.
Ti chiedi perché
il destino non accetta suggerimenti,
e ti rendi tristemente conto
che siamo poca cosa.
Tante piccole stelle
in questa vastità che è l'universo
ma nel tuo piccolo mondo
se ne viene a mancare anche una sola
si fa subito buio.

[continua a leggere...]





Una terribile poesia in rima

T'ha ucciso il male del mondo a cui ti sei arreso
il male di vivere di quand'eri vinto, umiliato, vilipeso
e giunto al rifiuto profondo, totale e definitivo.

T'ha ucciso il tuo modo introverso e passivo
di prender le cose senza sfogo e reazione
senza vera catarsi e rigenerazione
fors'anche senza più voglia.

Te ne sei andato... come se ne va dal ramo una foglia
seccandosi e distacc

[continua a leggere...]

2
7 commenti    0 recensioni      autore: mauri huis


[Senza titolo]

Quel ciliegio di cui godevo tanto,
tanto splendore traboccante di gusto
e ghirlande di petali bianchi.
Bianchi come il tuo viso.
Tra terra e cielo ti innalzavi lassù verso l'ultimo ramo,
dove il rosso è più acceso e succosa la polpa.
Cadono giù tondi, rosseggianti i frutti.
È qui che cadono i ricordi.
Si fratturano.
Quella vita che doveva essere,
tra gli ulivi e filari di vite, drit

[continua a leggere...]



Senza fine

A te
che mi hai insegnato la vita,
a smussarne gli angoli,
a saperla cogliere ed accettare
acerba, aspra, salata
e apprezzare nei suoi lati dolci
centellinandola in giuste dosi,
perché il suo sapore di miele
possa, come il primo bacio
smorzare l'amaro e il freddo
dell'ultimo respiro.
A te
che torni in sogno
a dondolare l'altalena dei miei pensieri,
a cullare i miei pianti
e i

[continua a leggere...]



Fratello Primo

La pioggia cade e il piede affonda, nel mezzo al fango
é la tua tomba, pure il tempo é si impietoso lui bagna
inzuppa il tuo riposo:ancor più male ci fa provare nel
mezzo al fango doverti lasciare:appena ieri ci siam parlati
i nostri pensieri ancor prostrati verso la terra ancor girati.
Ti penso ieri ti vedo oggi, credo la mente mia vacillare
é cosa tremenda d'accettare, confusa le

[continua a leggere...]



A Romano

Ombre senza tempo volteggiano nell'aere
e si celano, quasi con pudore,
agli ignavi frettolosi di un mondo in rovina.
Nelle stanze della memoria ritrovano armonia
sublimate dalle note distorte di un vecchio grammofono.
Un tenue sorriso accoglie le rade lacrime
mentre la mente corre a ritroso.
Cosa resterà di quei tormenti profondi
e di quei lunghi silenzi?
Pagine sempre più gialle
nei l

[continua a leggere...]

2
0 commenti    1 recensioni      autore: LINO LAVORGNA


Ultimo canto

Frinire di cicale
sulle cime degli ontani,
presenza non attesa
a chiudere la bara:
un canto di Sicilia
porta il figlio suo
lontano.



Come cenere nel vento

Mentre fuori
già cade la neve
lieve
come cenere nel vento
fugge un canto
vola via
si è spento.

0
1 commenti    0 recensioni      autore: Alexis Blondel


Lacrime Sarde

Piove,
e ancora nessuno sa,
che la natura si sta preparando...

Quando la Natura si ribella,
l'uomo non può far nulla per opporsi,
... indomabile segue il suo corso.

Piove,
innumerevoli gocce di lacrime
scendono lungo i visi a colmare il vuoto
che un fiume in piena ha lasciato,
portando via con se corpi e corpicini.

Vite spezzate
... ancor prima di essere vissute.

Sì, la n

[continua a leggere...]



Ci sono giorni

Ci sono giorni in cui
se l'eterna signora
sussurrasse
il segnale dei tempi finiti

chinando il capo
andrei
il tempo delle illusioni
è una verità finita 




Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Morte.