username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie sulla morte

Pagine: 1234... ultima

San Felice

Cadono stelle
da un cielo a testa in giù
come coriandoli
volano ricordi
da pareti di cartone.
La luna
è una strega stanotte
che scuote
anime e palazzi
in una folle danza
di corse sulle scale
di culle abbandonate
di preghiere lanciate in aria
come fuochi d'artificio
senza luci né colori.
È festa della morte
è un ballo in maschera
di volti truccati
di polvere bianca
e lacrime

[continua a leggere...]



A mia nonna

I suoi occhi neri erano lucidi, lucidi dal pianto,
si lei aveva pianto;
"Non piangere" le dissi, tu non devi piangere,
reagisci, devi reagire, impara a sollevarti con le tue stesse braccia, girati con le tue braccia;
"Mangia, devi mangiare", le dissi, "devi recuperare le forze",
ma lei non mangiò.
Un tempo così tenace, testarda e forte e adesso è ad un punto dalla morte;
"No, dev

[continua a leggere...]



Sorella Morte

Ferita ancora da spine
di perché
ritorno in luce di chiesa
e, usando il ponte
di tua paternità sacerdotale
approdo in porto
di fede.
Mi guidano i tuoi occhi di prato
avvezzi a frequentare il cielo.
In rinnovata pace,
sazia di gioia,
respiro le vicinanze
vertiginose di Dio.
Placata
scruto l'orizzonte
pensando che un giorno
- Vicino o lontano?-
Passerà per me
il cavallo bianco

[continua a leggere...]



La Morte

Tempo sospeso,
lacrima fredda,
si riempie di terreno,
quello che il ricordo lascia.
Fine.



Il tuo giardino

Dove sono andati
i colori
che quando tornavo a casa
mi salutavano allegri?


Dove sono andati
i gigli, le rose, le ortensie,
che mi facevano bloccare gli occhi
e avevo voglia di toccarli?


Dove sono andati
i profumi
che mi facevano restare a bocca aperta
quando, d'estate, passavo davanti a te?


Lo so dove sono andati.
Hanno voluto dipingere l'aldilà
e volare in cielo

[continua a leggere...]



Che barba, che noia

Bersagliere,
maestro d'ironia,
libero e coerente,
sorriso divertito senza cattiveria,
intelligente, autoironico e carismatico,
serietà e rigore...
ora abbraccio
Sbirulino!



Preghiera per Yara

Signore,
ora che Yara riposa
tra le tue calde braccia,
fa' che dimentichi
quanto di orrendo le ha inflitto
uno spregevole essere disumano
che non voglio definire animale
per non offendere le innocue creature
che appartengono a quel regno
e che mai potrebbero commettere azioni
di cui solo l'uomo
è capace di macchiarsi.
Signore,
fa' che Yara dimentichi
le spietate lame
e i colpi infe

[continua a leggere...]



Isabelle

Di un dolore
la vita continua
a percuotere
l'essenza di
un corpo
gracile
sin la morte
quando porta via
tutto.

Di sorrisi...
cercati, mai sperati
afferrati, non curati
le stelle brillavano
lo stesso
come lacrime
cadevano
dal cielo sul tuo corpo
non c'è più.

Cara Caro,
nel cielo risiedi
quaggiù molto male c'è
molta malattia è
presa in considerazione
altrettanti
n

[continua a leggere...]



Ventisette gennaio

S'alza la nebbia e copre
la vergogna nel mondo
un'ecatombe che sconvolse una razza
cui l'unica colpa era...
... esser Ebrei...
zitti
ad occhi bassi
fuggono
si nascondono
afflitti dalla paura
non della morte
ma dello scempio
di veder quei corpi
straziati
martoriati
e nella montagna di rifiuti
senza chiederlo
hanno fatto storia
nell'evanescente cattiveria umana...



Il nero giorno

ed ora arrivano, stormi di corvi neri
silenti come il foffio della morte
con le ali come lame
a squarciare il cielo
e in picchiata si abbattono
sopra scheletri di palazzi
sembra marcino in formazione come un plotone
il plotone della morte.
Ed ora piove
piove sangue
sulle cataste dei corpi in fiamme
piove sangue sulla cenere e i resti di una civilta finita.
E morte
e morte sotto i

[continua a leggere...]

6
5 commenti    0 recensioni      autore: morris



Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Morte.