PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie sulla morte

Pagine: 1234... ultima

San Martino del Carso

Pian piano sale la dolce gocciolina e
s'inerpica su su per le nuvole e poi
ricade
accarezzando gli alberi, baciando la cara fronte del mondo amico e
sorridente
corrode il cannone, accarezza la bandiera festosa, lava il peccato dalla roccia e poi,
salutate le dolci forme della montagna, segna il volto d'una madre e
piangendo
sulla lapide umida del figlio mai più riabbracciato,
cullata tal

[continua a leggere...]

   3 commenti     di: Enrico Ravetta


Chi sogna un tunnel

... Chi sogna un tunnel.

Quella strana galleria
Che ci porta verso l'oblio.
Verso un tunnel buio
in fondo al quale
c'è sempre una porta
con una luce accesa.
Un evento senza data.
Un evento che ci aspetta.
Pensieri e parole,
di fatto
non esistono più.
Soltanto in compagnia
di essere stati
Almeno amati.

   0 commenti     di: Costantino Posa


Ti ho dato la vita

Ti ho dato la vita
nell’attimo di un destino
nel mio destino
che ora
ha ingannato
la mia coscienza..
Ti ho dato la vita
per la mia vita
ma ora la follia
la lacera…
Non odo grida.
Sento solo il mio affanno
di morte.
Cieco è lo sguardo
che volgo
nei tuoi occhi da me
spenti.
E il mio battito
ora cadenza il vuoto
mentre
sul selciato
lascio il mio peccato.
Amore.

   6 commenti     di: mariella mulas


In punta di piedi

Sei andata via
lasciando il mondo nel silenzio dell'addio
fiori appassiti sui ricordi
come eran belli i nostri giorni
ora che hai lasciato soli i nostri pensieri.

Sei andata via
e quando domani un nuovo giorno ci sara'
avremo dentro una ferita in piu'
per te che troppo presto amica mia
sei andata via sola in punti di piedi.

   6 commenti     di: Franco Baldini


I Cortili dei Corvi

La mattina
l'allarme era su i campanili
e la notte
indicava loro la via
per l'estirpazione.

C'erano boati,
e nessun uomo
invocava la fuga
al richiamo dei mortai
percossi come martelli
sull'eco di qualche
piccolo urlo
equivocato,
come un miagolio
tra due incroci di una strada.

Chi era in fila
aveva la benda
e veniva chiamato
a crollare come macerie
su le proprie gambe
nei co

[continua a leggere...]

   3 commenti     di: A. A.



Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Morte.