username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie sulla natura

Pagine: 1234... ultima

La vela e la luna

Guardava giù la luna
dal sereno la vela
che filava candida
e un po' l'invidiava.

Un venticello lieve
sul lago a spingere
e lei fissa a seguire
il grazioso navigare.

Arrivata alla riva
la barca s'accorse
di quella curiosa.

E chiuse le vele
perché l'indiscreta
tornasse alle stelle.

1
2 commenti    0 recensioni      autore: Michele Prenna


I SIBILLINI INNEVATI

La neve sui Sibillini
Priva di colori la natura
selvaggia di questi monti.
Intorno solo pennellate
di bianco e grigio,
di desolazione e tranquillità,
di malinconia e gioia immensa
nel medesimo tempo.
E, tra la nebbia che scende presto
ed il freddo che tutto avvolge,
un pettirosso vola tra i bassi
rami spogli in un prato gelato,
indifeso, in cerca di riparo,
con tremanti battiti d'a

[continua a leggere...]



Margherite rosse

Le ho trovate sbocciate
Al balcone
Stamani
Le margherite rosse
Piantate quest'estate nel catino.

Se mi chiedete quando,
non lo so.
Il tempo di una notte
E di una falce di luna
Si sono convinte
a provocare novembre.



Il giardino dei ciliegi

Bello era il giardino
dei ciliegi.

Le aiuole erano tante,
verdeggianti, cariche
di profumate viole.

All'alba di un nuovo
giorno, tra rami e fiori

di pesco:cinguettava
allegro un giovane usignolo.

La natura lasciava
armoniosa il dolce canto
della natura.

Un ciliegio si ergeva
in mezzo ai fiori, lasciava

allo sguardo i suoi frutti
rossi.; intorno tutto taceva

in que

[continua a leggere...]

1
3 commenti    3 recensioni      autore: romana


L'alba si nasconde

L'alba si nasconde dietro nuvole di pioggia
che batte con violenza le tegole della casa
a tratti si ode uno scampanio ripetuto;
le pecore si scrollano la pioggia di dosso
il freddo che il vento ha ululato nella notte,
adesso l'acqua ha reclamato il suo possesso
avanza verso la valle lungo antiche strade
scava la terra e la trascina a valle.
La gente della casupola lascia i giacigli
dirett

[continua a leggere...]



Arco baleno

Brontola il nero
là in fondo,
ultimo avviso
di pioggia smorzata:
il baleno di un arco
accende
il cielo ed il cuore.



Fiumi di lacrime

Frammento
di cielo
sulle onde
del vento
varchi
di ignoti mondi
le sponde.

Lieti cuori
innanzi
l'amore ostentano
e dalle polle
di lacrime
fiumi sgorgano.

Per donar vita
alla natura
che lentamente
muore.



Hirvi

Io che credevo
che il passato macinasse
in polvere
spostai millimetri di peso
innocenti
lasciando ai resti l'ardua fatica
d'equilibrarsi in soli
-brillanti
illusorie
comete-

Non avrei mai pensato
che un distacco divenisse radice
così in fretta da dimenticare il tufo
e l'alga
circostanti

Me ne cibai però
e l'ispessimento
si fece ribellione
e con l'esequie
premature
-tr

[continua a leggere...]

0
6 commenti    0 recensioni      autore: laura cuppone


Armonia persa

La primavera imborghesita
perde i fiori e le rondini,
per divenire ospite di ballo
in feste mascherate,
L'inverno se ne sta ai tropici,
l'autunno appare ghiacciato,
le rugiade divengono fiumi impetuosi,
le brezze marine divengono proiettili.



Ma che colori!

Mentre all'aperto intento era il pittore
a dar colore ad una bella mela,
una farfalla, senza alcun timore,
con garbo si posò sulla sua tela:
dinanzi a quei colori naturali,
parvero smorti quelli artificiali.




Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

Poesie sulla naturaQuesta sezione contiene una raccolta di poesie dedicate al tema della natura