username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La voce dei pini :

Udimmo cantare i pini...
Il vento di maestrale
Scosse le fronde
Aghi verdeggianti
Si confusero con il colore del cielo
Che azzurro avvolse
L'invisibile
Spirito dell'aria

I nostri respiri ne sentirono
il profumo di linfa
si profuse.. il lento colare
delle resine
profondo ben'essere
provammo dentro noi
ci pervase la purezza..
era li la freschezza

Secolari giganti
Colmi di frutto..
Pinoli
Tracciarono i
Sentieri del sapore..
Ci arricchimmo del dono
Che fece madre terra.
A sera i nostri piatti
Colmi di cremoso pesto
Ci saziarono del gusto..

Si confusero i sapori di basilico
Si confusero i profumi della notte
Si confusero i profumi delle erbette..
Alla nostra felicità
E felici.. continuammo
Ad ascoltarvi ancora
Ancora come fu il giorno..

Il canto invitante
della vostra immensità
Vibrava dentro
i nostri piccoli corpi
e soltanto le nostre anime
ne compresero la saggezza
tutto ciò che ci serviva
era là..

Nella casa del vento
I pini ci protessero
Come robuste colonne d'un tempio
Parvero sorreggere il cielo
E la voce intensa dei pini
Vibrava forte nei nostri
Fragili cuori..
gridava affinché
lo ricordassimo.

 

2
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giorgio Thieme il 02/03/2013 09:23
    In questi versi hai fuso con maestria l'amore per la natura, per la vita, le bellezze del creato, emozioni, stati d'animo, profumi, paesaggi idilliaci, amore umano, protezione, entusiasmi. La spiritualità che avvolge il tutto ne forma uno stupendo inno al creatore. La maestosità dei pini ed il profumo della loro resina, più volte ricorrente nel testo, rincalza lo spettacolare scenario della natura donandogli grandezza ed intensità.
    Versi molto apprezzati.
  • Rocco Michele LETTINI il 03/09/2012 19:37
    Un giorno nel veder abbattere un pino... non te lo nego sgorgai calde lacrime...
    Un lodevole verseggio... mirabilmente forgiato...
    LA MIA LODE GABRY

3 commenti:

  • Anonimo il 03/09/2012 20:46
    Un po' lunga, ma dolce, magica. Molto bella.
  • Alessia Lombardi il 03/09/2012 19:43
    Una lirica meravigliosa e soave
    Apprezzatissima!
  • loretta margherita citarei il 03/09/2012 19:37
    bellissima poesia complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0