PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tempo di settembre

Settembre in città
( mi volevi viva? prendimi sono quà...)
Temuto atteso
Settembre è ritornato
Eppure con il naso in sù
A cercare
Sempre qualcosa da sognare
scendete dalle nuvole
è tempo di atterrare
Si nasconde in un sorriso
che non c'è
Dentro un caffè
Nel capriccio di un bambino
Uno schiaffo del vento
Diventare grande
e poi giocare al trenino
Tremano gli alberi nei pubblici giardini
Una coperta di aghi di pini
asfalto che morde e che ruggisce
lupo bagnato
cane bastonato
nuvola che aggredisce
e poi trafitta
da una lama di luce sparisce
Impegni e doveri
estate era solo ieri
I segni del costume
I segni di un amore
Impallidisce l'aria al giorno
Che presto muore
È tempo di settembre
Di ritornare
Un volo alto di rondini
prima di partire
Un sogno annega in una pozzanghera
Un tram che passa veloce
settembre
tempo di ricominciare
tempo Di finire...

 

2
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Grazia Denaro il 04/09/2012 09:56
    Settembre anche tempo di nostalgia per ciò che è terminato, il tempo dell'estate, la spensieratezza, ritornano tutti gli impegni che per i giorni delle vacanzs avevamo lasciato. Ma a ben guardare, anche settembre è un mese salutare con ciò che ci presenta la campagna, i boschi, l'aria che diviene più salubre, e il paesaggio che subisce una variazione che ha anche il suo fascino. Bella lirica scritta con versi scorrevoli, apprezzata!
  • Rocco Michele LETTINI il 04/09/2012 08:38
    Bel quadro settembrino... ne la maestria de li colori autunnali...
    LA MIA LODE LAURA
  • roberto caterina il 04/09/2012 08:32
    settembre sonnecchioso e pallido, non più estate non ancora autunno, è, come tu dici, un tram che passa veloce..
  • Antonio Garganese il 04/09/2012 08:25
    Riflessione con la consueta leggerezza su un periodo dell'anno che fa da spartiacque tra le vacanze e la ripresa della quotidianità.
    La conclusione, però, è più amara che dolce.
    Succede e poi passa.

2 commenti:

  • Simone Scienza il 04/09/2012 22:54
    Rinasce il brio di calori e fermenti
    pur nell'ora dei colori cadenti

    Ti ricordavo pittrice e sei rimasta col pennello sula tela.
    Complimenti.
  • loretta margherita citarei il 04/09/2012 15:59
    belle e veritiere descrizioni sul mese settembrino, gradevolissima mitica laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0