PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Per me

La poesia è esaltazione
e non già consolazione
è l'urlo
che squarcia le tenebre
è il rantolo
al culmine d'orgasmo.

Passa strisciando
tra le fessure del mio corpo
godendo negli occhi miei
quando si specchiano nei tuoi
in un profondo azzurro
che assomiglia al cielo

 

0
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 05/09/2012 07:21
    Saggia interpretazione... in cui si evince il malinconico che scorre nel poeta...
    IL MIO
    SILVIA

4 commenti:

  • silvia leuzzi il 28/09/2012 15:58
    Ragazzi mi lusingate con i vostri commenti. A parte gli scherzi sono felice di aver trasmesso anche a voi il mio modo di sentire la poesia. Questi versi vengono quasi in risposta ad un'incomprensione con un collega del sito circa la mia interpretazione di una sua poesia, dove si elogiava l'aspetto consolatorio del poetare, in cui non mi riconosco. Sono un temperamento vulcanico e forse è per questo. Grazie ancora e spero di riuscire a leggervi tutti
  • Anonimo il 28/09/2012 14:07
    La poesia è esternazione, è la voce dei sentimenti, è lo sfogo dell'anima, del cuore. La poesia è la psiche che... bussa, che chiama, che parla. La poesia è l'IO che ha bisogno di uscire.
  • Anonimo il 11/09/2012 10:42
    la poesia è vita, la tua vita, la vita di chi, come te, sa esprimere emozioni cosi' profonde in maniera stupenda... bravissima
  • silvia leuzzi il 05/09/2012 08:10
    Grazie Rocco sei sempre il più gentile... devo farmi un giro tra le tue, scusami ma non ho avuto molto tempo ultimamente ciao e grazie ancora

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0