username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il mio funerale

Guardali buffi, chi piange,
chi ride, chi c'è senza esserci.
Chi non c'e' ma lo sento!

Come qui accanto a me, su questa nuvola.
Ciao Trisnonno! Ciao Zia!

Bella cerimonia, sentiamo cosa dice il nonno:
"Certo che Mario, al funerale di Alberto poteva anche venire"

Uhm, povero nonno hanno detto che è morto Alberto, che è morto da dieci
anni e per fortuna ci hanno messo in nuvola insieme.
E mi vuole bene.


Buffa questa sensazione di sentirsi in colpa
per non poter partecipare e abbracciare i pochi veri amici
al proprio funerale.

E tanta gente che non centra niente, ma che c'e' venuta a fare?
Numero? Mancavano le figuranti per piangere? In forma privata
avevo detto ad Anna, in forma privata... tho, eccola là Anna.

Mi ha avvelenato col cianuro, sapeva che sapevo che sapeva che sapevo.
Due cervi che non si amavan più e zac, il primo, femmina, raffinato
ha fatto fuori il maschio, per l'eredità del regno... e che regno.

Il regno non esiste più!


Che come faccio, dopo l'ultimo soffio,
ciò che era aria torna anima universale,
si le mie sembianze di fantasma,

che mi hanno dato un vestitino stretto dal guardaroba che non ce n' era più della mia taglia... oh... ma quanti morti alcune anche più belle di Anna, nè femmine nè maschio, anime nell'anima cielo, nel mare nella terra nello spazio, ovunque. E le aliene..

E quanti nascite, e questa vibrazione infinta di andata e ritorno continua
C'ero e non c'ero tra amore e odio scelgo amore
e il ricambio dell'amore dell'umano gentile sentire.

E sentir la terra bagnata, con la mia pelle nuda
del campo che fù, Con quet' albero in cui mi son trasformato vivo,
da allora.

Comunque nel 2018 ho prenotato le sembianze di rana, per tornar principe
il capo dei Veda mi ha detto che si può fare, ci vorrà una mancia
di pensieri di amore per la sua morosa e lui, ma si può dare.

 

5
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • STEFANO ROSSI il 06/09/2012 11:24
    ahahaha Raffa ottimo spunto creativo davvero... scritta proprio con il tuo stile che sbeffeggia la morte e fa all'amore con la vita... bella...
  • Antonio Garganese il 06/09/2012 08:51
    Poesia divertente e alquanto spiritosa. Non manca l'elemento satirico che ci induce a comportarci meglio in vita, come pure è presente una denuncia senza mezzi termini sulla falsità e sull'ipocrisia degli uomini.
  • Rocco Michele LETTINI il 06/09/2012 06:03
    Ho scorso una iper-ironia diligentemente espansa...
    IL MIO ENCOMIO RAFFAELE

3 commenti:

  • Anna Raccardi il 15/09/2012 07:58
    accipicchia RAFF una poesia profonda mi è piaciuta molta ( ma quanti morti alcuni anche più bella di anna) poi la frase della rana bellissima coplimenti RAFF mito
  • Anonimo il 07/09/2012 13:38
    addirittura il capo dei Veda Varuna o come si chiama... rinascerai in una rana... ma non puoi tornare indietro... a meno che poi non diventi principe sul serio...
    troppo forte bravo Raf
  • loretta margherita citarei il 06/09/2012 19:01
    sei un mito raf!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0