username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Campagna

Per amici ho gli insetti
li guardo e so che non mi pungeranno
e voi signori alberi ancora sonnecchiate?
Dentro me c'è un vuoto enorme
che colmerò coi vostri gelsi
sarà come illuminarsi gli occhi

Un aereo in lontananza lacera
il volo degli uccelli e anch'io
non so cos'accadrà

Poi il cielo le colline l'erba
sembrano avvolgermi
sussurrano che questo è il mio tempo
giorni e attimi fatti di zolle e fiori e lacrime

Un giorno sarò parte di questa
quieta immobile frescura.

 

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 06/09/2012 11:35
    Virgilio, per la sua compostezza morale, venne soprannominato "verginella, sempre dedito alla poesia e all'introspezione. Tu oggi mi hai ricordato il grande poeta mantovano.
    Bravo.

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0