accedi   |   crea nuovo account

Sublime, Ombra, Desiderio

L'ombra di me ti appartiene,
La mia mente sublime e poetica
Si fonde tra le braccia del desiderio,
Così come la notte si fonde tra le braccia del giorno
Ed entrambi intonano canti
Tinti di viola e di rosso.
Non c'è emozione che possa fermarli
La notte e il giorno fondendosi
Creano un nuovo universo
Generando la Meraviglia,
Che diventa certezza che tutto possa essere vissuto
Anche quando, se stringi i pugni, tutto scivola via.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 09/09/2016 04:20
    molto bella... complimenti.
  • Anonimo il 12/09/2012 13:01
    mammamia quanta passione ho letto qui dentro?... immagino si tratti di un altro "giochino"?
  • Regina Ghiglietti il 10/09/2012 09:32
    Gioco pericoloso di ombre, notte e giorno e ancora una volta colori, oggi leggo regalità e passione, interessante perché all'inizio non avevo capito poi ho letto la fine e ho compreso, l'amara comprensione che tutto può diventare niente e anche se stringi i pugni se ne va ma è anche vero che niente può diventare tutto.
    Un abbraccio forte Regina
  • Gianni Spadavecchia il 07/09/2012 06:12
    Una certezza che a volte non è più tale, provocando timore nella propria vita. Bella chiusa dell'autrice.
  • damiano86 il 06/09/2012 15:09
    bella poesia, molto interessante il tuo modo di giocare con le parole, così come è vero che giocando si toccano le vette più elevate della mente!
    un saluto!

11 commenti:

  • Regina Ghiglietti il 03/03/2013 11:31
    Buongiorno Tylith... poesia di fortissimo impatto emotivo, tutto scivola fondendosi: confusione, amore, bellezza e meraviglia si fondono, in un momento di meravigliosa certezza che nonostante tutto scivoli via, che stiamo perdendo tutto perchè non possiamo stringere abbastanza forte c'è ancora spazio per quel glorioso momento in cui ci rendiamo conto che c'è ancora qualcosa per cui vale la pena continuare sstringere.
  • Nicola Lo Conte il 01/12/2012 12:52
    Due in uno... fusi... per creare l'armonia che genera la vita, la speranza, il sogno.
  • vincent corbo il 10/09/2012 09:52
    Vedo con piacere che il gioco è continuato... e con che risultati! Qualcosa di nuovo si genera anche quando tutto scivola via. Una poesia sublime.
  • Anonimo il 10/09/2012 09:00
    tutto puo' scivolare via fuori, ma non dentro se il sentimento è sincero... molto bella
  • viktor il 10/09/2012 08:57
    Come per Luana devo dire che questo gioco mi affascina. È veramente una sfida. Una sfida in cui, per la bravura di entrambe le contendenti, è difficile elevare un vincitore. La tua poesia, è di una emozione travolgente. C'è tutto. C'è amore. Ma non solamente per un uomo, ma per tutta la vita. Ogni cosa per te è amore, è potere. È bellezza. La forza interiore che ti appartiene esce fuori travolgendo tutto. Creando meraviglia. La bellezza è in tutto anche negli estremi opposti. Anzi in te gli opposti si fondono. Generando stupore e fascino. Tutto è possibile. Non esiste l'impossibile. Fino all'ultimo, anche quando la sconfitta si avvicina hai sempre la possibilità di vincere. Anche per questa poesia fare i semplici complimenti è poca cosa e gli applausi sono dovuti. Il vostro gioco è intrigante. Però anche a te (come a Luana) propongo una sfida alla "pari. Vi darò io le 3 parole e voi ne farete una poesia. La dovrete pubblicare in contemporanea. Se accetti, manderò anche a te le parole in un mex privato (solo per comodità, ma se volete ve le posso mandare sul vostro profilo contemporaneamente). Fammi sapere. Nell'attesa, passerò il tempo ad applaudire sia te che Luana. Ciao
  • Luana D'Onghia il 06/09/2012 16:34
    Carissima Augusta, non saprò proprio dirti se avrai "toccato le vette più alte della mente", perché, almeno io, ignoro le mie e, quindi, ignoro le caratteristiche della perfezione umana!
  • Luana D'Onghia il 06/09/2012 16:29
    Punto focale della tua poesia é la meraviglia, partorita apparentemente dal giorno e dalla notte, ma, in realtà, l'unico protagonista qui é l'essere umano. In fondo, la meraviglia é nell'uomo e in nessun'altra cosa. Ma meraviglia vuol dire anche terrore, vuol dire il terrore di fronte all'angosciante. Tutto é solo bellezza e l'idea di tutto questo é ciò che resta e arresta l'uomo. E ci troviamo di fronte a un'umanità necessariamente bramosa di questa grandezza, di questo essere cosmico, perché ne fa parte, perché é essa stessa l'insieme della totalità, ma é anche inevitabilmente e costituzionalmente (a causa della natura problematica del modo d'essere che le é proprio) terrorizzata. È l'angoscia dell'imprevedibile, dell'incertezza, dell'instabilità e del dubbio: é la consapevolezza di essere come sabbia nel deserto. Una poesia bellissima, con un messaggio sconvolgente. Bravissima!
  • tylith il 06/09/2012 15:47
    Ringrazio Damiano e Laura per il loro passaggio e il loro apprezzamento e se volete potremmo provare insieme a giocare e comporre una poesia basandosi solo su tre parole a caso.
    Augusta carissima, ci mancherebbe altro nessuno si deve sentire "obbligato" a giocare è solo un modo per fantasticare su un percorso guidato formato appunto da tre parole, le tue poesie, per quanto mi riguarda, toccano sempre vertici molto alti perchè suonano le corde delle emozioni! Per Viktor non so che dirti, io ne sono molto lusingata, un beso!
  • augusta il 06/09/2012 15:20
    premesso hai già viktor... un tuo assiduo fan... se tu pubblicassi una parola semplice.. tipo ciao... sarebbe già nelle sue preferite.. sto scherzando... mi fa piacere... ma cmq io non so se sarò in grado di stare al gioco... perchè la mia natura di scrittrice(se tale sono.. ma ho i.. miei dubbi)è troppo di getto... di estro... di tutto ciò che mi passa per la mente... pregherei a questo punto quando manderò le mie... o tu o luana... sappiatemi dire... se toccherò le vette più alte della mente... mia bellissima tylith complimenti ancora una volta hai fatto centro... un grande beso...
  • laura il 06/09/2012 14:47
    Bella questa poesia! ed interessante l'idea di giocare con le parole. Trovo che sia il modo migliore per sviluppare la fantasie e la mente. Io lo faccio aprendo un libro e scegliendo alcune parole a caso! La poesia è scritta bene, mi è piaciuta leggerla complimenti
  • tylith il 06/09/2012 14:09
    Poesia nata da tre parole scelte con destrezza da Luana D'Onghia: Sublime, Ombra, Desiderio. Un gioco per "risvegliare la mente" e al quale invito tutti Voi a provare a giocare, con altri scrittori del sito, con me se vorrete o con altri perchè giocando si toccano le vette più elevate della mente. Qualora pubblicaste poesie nate da questo gioco Vi pregherei di renderlo noto con una nota o un commento. Buon gioco e buona lettura!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0