PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nero guardiano

Lasciare in piedi l'orgoglio
nero guardiano,
sull'agonia di pianti e sorrisi in cornice
sadica ironia bieca meretrice

sin quando dinnanzi al silenzio dell'ultima parola
un grigio alito di vento
sancirà fredda la lacrima dell'ultima stella
splendendo perpetuo l'epitaffio idiota dell'uomo.

 

l'autore Simone Scienza ha riportato queste note sull'opera

Quando le famiglie sono campo di tristi battaglie


5
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 07/09/2012 13:32
    Grande forza evocativa. Questo padrone relativo, che ognuno ha un tempo relativo, e bisonga riempirlo di cose che ci fa piacere fare, nonostante tutti i dolori e i problemi. E su Simone, tu che sei un poeta da fantaScienza, per come scrivi, e purtroppo troppo sensibile, come tutti i buoni, e incazzato, lo si sente. Poesia bellissima. Come sempre.

3 commenti:

  • Anonimo il 17/09/2012 07:49
    Come si fa a non condividere totalmente questa perla di saggezza! È veramente triste rendersi conto di quanto siamo stupidi ma non tutti per fortuna. E poi ci sono stelle e stelle ed io ne sto aspettando una... la mia "buona" stella MG
  • Bruno Quattrone il 07/09/2012 18:53
    la trovo fantastica, bravissimo la conservo nei preferiti
  • sılɐɹʇsnɐ snɐʞ il 07/09/2012 08:22
    ... accipicchia che dura; mi sono fatta male! )

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0