accedi   |   crea nuovo account

Cartolina

i silenzi lunghi del deserto
il cobalto del cielo
e le mangrovie

sale e sabbia

atum dipinse colori
apparentemente immobili
come affreschi
nelle cappelle sottomarine
dei suoi giardini

diede vita alle gocce
che dal pennello
scivolavano in acqua

e polimorfi angeli e demoni
s'animavano in un circo
di nani e giganti
mostri e meraviglie
draghi e dei del mare

al di sopra
del cielo al contrario
sfiorato da una carezza
che toglie il fiato

è il vento dell'ovest
che trasporta le voci dei morti
sul soffio caldo di ra
e accompagna la preghiera dei vivi
attraverso la luce di neon colorati
sui sentieri dell'est

e si confonde nelle urla
delle città che uccidono
le stelle della notte

 

5
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 09/09/2012 21:03
    Più che una cartolina la trovo una sorta di Genesi e Apocalisse messe insieme. Un super cartone emotivo e visivamente gradevolissimo. Maestoso.
  • Rocco Michele LETTINI il 07/09/2012 18:37
    Una cartolina recapitata dal tuo sapiente essere... con colori ammalianti e sugggestivo paesaggio mitologico...
    IL MIO ELOGIO... CIAO

2 commenti:

  • mariateresa morry il 26/09/2012 23:34
    Anch' io, caro Senza, avverto un fondo di preghiera, un testo quasi religioso. Sempre immagini forti provengono dalla tua fantasia e dal tuo spirito! Ciao!
  • Vilma il 07/09/2012 14:44
    Versi che incantano, come la sensibilità del tuo poetare che mescola i colori con la mitologia egizia e dipinge con le parole questo magnifico territorio ed i suoi fondali marini.
    Mi sembra di vederli... molto, molto piaciuta...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0