accedi   |   crea nuovo account

L'odierno dì de lo A. D. 1862

Garibaldi al bando
messo fu,
ma la tacente penna
de lo re
e la voce protestante
de li suoi,
in pace
in quel di Caprera
finì.

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 07/09/2012 13:42
    Hai ricordato l'esilio di Caprera. Bravo. Ti aggiungo che Garibaldi non fu personaggio al di sopra delle parti, l'unità d'Italia gli convenne economicamente e fu voluta da chi, dietro un paravento ipocrita, la avversava. Ciao.

1 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 07/09/2012 13:54
    Qui devo intervenire per dire che sapevo dell'interessamento di Garibaldi, che più che eroe, lo considero un mercenario. E non solo noi meridionali, ma anche i settentrionali, in fondo non lo amano, per non aversi fatto gli affari suoi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0