username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Regina di città

Sei scesa da una grande scalinata
dopo una veglia durata una nottata
tra canti di lode nel caldo di una chiesa
mentre fuori c'è chi ti usa come scusa.

Tante spalle ti stanno a portare
Regina di città che sta sul mare
i bimbi i palloncini fan scappare
e subito son pianti da consolare.

Illustri personaggi stanno a sfilare
uniformi d'alta classe da sfoggiare
qualcuno porta stendardi di cose strane
scortati da catene di braccia umane.

Milioni di persone al tuo cospetto
d'ogni generazione e d'ogni volto
ti invocano in preghiera bestemmiando
fai questo Tu per me o non ritorno.

 

4
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 08/09/2012 19:44
    Le processioni sono eventi strani, esiste chi le vive con autentico sentimento religioso, chi con bigotta megalomania e chi vuole fare i patti con Dio sicuramente perché ha cose gravissime da farsi perdonare. Tu lo hai spiegato molto bene.
  • roberto caterina il 08/09/2012 16:23
    Descrive bene le processioni della Madonna, il concorso popolare, l'ingenuità dei fedeli e l'arroganza di chi vuol parlare e dettare condizioni ai santi e a Dio. Piaciuta.
  • Rocco Michele LETTINI il 08/09/2012 15:04
    Una lode alla Madonna... cristianamente omaggiata...
    IL MIO ELOGIO TERRY

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 08/09/2012 19:43
    bella poesia complimenti
  • Anonimo il 08/09/2012 16:48
    purtroppo a volt la fede non nulla a che fare con queste manifestazioni... ma Lei legge nei cuori per fortuna.. molto bella Terry mi inchino a queta tua... sorè sei sempre brava... baciotti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0