accedi   |   crea nuovo account

Moto apparente

Scivolare nei riflessi
sbriciolati dalla sera
ripiegando tra cocci di sogni
sul mosaico di giorni mai nati

in solchi esiliati ed esitanti
residui a un paradiso perduto
esibirsi - coltivando l'invisibile

(mi specchio
e fecondo dentro)

 

l'autore Giuseppe Guidolin ha riportato queste note sull'opera

nell'invisibile poetico che disseta il sentire e divenire intimo dell'uomo si specchia la parte migliore e più incontaminata di ciò che siamo..


4
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Gianni Spadavecchia il 08/10/2012 15:27
    Introspettiva, molto ben scritta poesia..
    Importante anche la nota riportata sotto che chiarisce ogni verso letto.
  • Paola Vigilante il 10/09/2012 18:48
    Bellissima e profonda introspezione, ricca di spunti di riflessione arricchita da immagini particolarmente suggestive. Molto piaciuta, ciao

5 commenti:

  • Giuseppe Guidolin il 12/09/2012 19:54
    grazie Carla per l'attenzione e per il tuo finissimo e delicato pensiero .. un abbraccio
  • Anonimo il 12/09/2012 12:13
    soffermarsi con profonda introspezione su sogni infranti e persi... profonda lirica che tocca le parti più nascoste... l'essenza che viene dissetata nel ritrovare attimi di paradiso... complimenti...
  • Giuseppe Guidolin il 10/09/2012 20:11
    Grazie per lo splendido commento Silvia.. ti sono davvero grato
  • Giuseppe Guidolin il 10/09/2012 20:08
    Grazie cara Paola per la deliziosa nota critica buona serata
  • silvia leuzzi il 10/09/2012 18:13
    Un viaggio a ritroso in se stessi questa è l'emozione subitanea che suscita la tua stupenda poesia. Immagini oniriche e simboliche di un divenire della vita, che ripiega sui cocci dei suoi sogni infranti, anelando a giorni mai nati. Veramente bella complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0