accedi   |   crea nuovo account

IL silenzio e il risveglio

Una cascata d'acqua scende con un frastuono,
se non fosse per il grande rumore
sembrerebbe pietrificata.
Foglie secche dai mille colori
formano un tappeto, che
fanno da scenario.
Si alza un trillo d'uccelli
e si perde in lontananza.
Un gorgoglio di cascatella
accompagna, lieve, il sussurrar
del leggero venticello
tra le cupe abetaie.
Poi" tutto "tace.
Poi "più" nulla.
Questo è il magico solenne silenzio
della montagna, fin quando tutto si ridesta
con il suo germogliare in primavera
di un fiore che viene protetto dalla foglia,
un prato che si ridesta, e verde ridiventa.
Lo svolazzar della rondine che torna.
Un quadro la natura forma, meglio di un pittore,
e dona un'emozione.
Tutto ciò è il silenzio, e il risveglio
della magica montagna...

 

0
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 11/09/2012 06:27
    L'emozione suscitata da un paesaggio montano con una descrizione ricca di particolari. Complimenti.

5 commenti:

  • claudia checchi il 26/01/2013 16:20
    Ma che bel commento mi fai.. grazie mille fabio )
  • Fabio Solieri il 26/01/2013 14:41
    Il fascino della montagna, il misterioso fascino del silenzio, il sublime tuo modo di descrivere le piccole grandi emozioni, fanno di quest'opera una gemma.
  • claudia checchi il 11/09/2012 09:11
    Grazie, Antonio x l'apprezzamento...
  • claudia checchi il 10/09/2012 22:08
    Grazie antonio del tuo commento... ciao
  • antonio castaldo il 10/09/2012 20:54
    nel silenzio il risveglio della montagna da te
    assorbito e trasmesso con grande sensisibilità
    piaciutissima! smack!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0