username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il Mio Cambiamento

L'estate finisce come la brezza
che spezza le mie maree, le mie infinite maree
per
scendere dalle sponde
e mi porta alla deriva
di queste fradicie onde

La senti quest'estate che ci cola dalla fronte?
La senti quest'estate che sparisce dentro
[un'ode che avi
di stormi di gabbiano
in quell'ade di ogni lode
hanno già visto
come cambia Giuliano]

L'estate finisce come ogni anno
e mentre vivo, sento, sbaglio io cambio
perchè ho bisogno di cambiare
purchè tutto resti uguale

Ho bisogno di cambiare
come il fiume le correnti
ho bisogno di mutare
come i miei pensieri
nelle mie poesie pure e possenti
frasi frequenti,
di abbracci correnti

La senti quest'estate che ci cola dalla fronte?
La senti quest'estate che cola dalla fronte?
La senti quest'estate che vola via, via e non è più mia
[è un'ode che avi
del tempo passato
in quell'ade di ogni lode
del tempo trascorso
cambiando Giuliano]

.. mi servi te,
e brucio dentro
l'autunno veste e
mi veste di nuovo
mentre sento il mio mutamento
l'autunno scende
e torna di nuovo
da fuori e da dentro
mentre festeggio
il mio cambiamento

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 11/09/2012 01:45
    Questa poesia ha un suono bellissimo, sembra una canzone, poi le parole che hai usate, la tecnica, ma soprattutto il significato, l'immagine del cambiamento, dell'estate che cola via dalla fronte.
    Bellissima.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0