username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Una rima da favola per un situs in fabula

Alle falde del Chilimangiaro,
c'è la tana di Gino il giaguaro
che per essere sempre alla moda,
un bel fiocco s'è fatto alla coda.

E c'è anche una scopa per l'orso Donotto
che pulir non vuole prendendosela comoda
fa poi un quarantotto
quando gli fregano la soda.

C'è pure Lusy la scimmietta
che vuol aiutar l'orso con la scopetta
per addolcire quel birichino
gli offre un bicchier di vino

e del vin di luna piena
la scimmietta ne vien piena
e l'orsetto poveretto
non pulisce che il vialetto

e se gioca con la poesia
ha vinto in fantasia
chissà se al battimani
abbaieranno i cani...

Sull'acqua del ruscello
mentre incombe l'autunno indomito
scende un cupo mantello
fra un sospiro ed un fremito.

Una notte il baobab grosso
disse a Gino il giaguaro
lascia stare il tuo osso
e fammi compagnia mio caro.

Un topolino s'infilò nel buchino,
e un gatto ci mise lo zampino...
ma il topolino che l'è furbino
la fa in barba al gattino...

C'era una bestia
che non si sa che bestia era,
era un po' bianca, un po' grigia, un po' nera,
un po' grossa, un po' piccolina,
più che una bestia
pareva una bestiolina.

Poi arriva un delfino curioso
che propone un gioco sfizioso:
con le rime andate avanti

123

l'autore Donato Delfin8 ha riportato queste note sull'opera

Leggete in ordine i commenti per ricavare l'opera finale.
Ogni tanto l'opera verrà cancellata per eseguire le modifiche.
Buone rime a tutti.


13
67 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • tabellina il 19/09/2013 14:05
    Carissimo delfin8
    Tu le rime fai col botto!
    Questo e' un gioco
    Che non è da poco :
    Divertimento assicurato
    Scrivendo tutto d'un fiato
    Di Fantastici animali
    Galline polli e maiali
    Cani gatti
    Vermi e ratti
    Zebre ippopotami
    E rinoceronti
    Che Caracollano
    insieme ai bisonti
    E adesso basta
    Di questa festa
    Ti ho risposto con versi
    Che son degli scherzi,
    ti mando un saluto
    Ma ti chiedo un aiuto
    A chieder tutti in coro
    Insieme con loro
    I poeti colleghi
    Che lo tengono in piedi:
    Far si' che questo sito
    Sia meno arrugginito!
  • Anonimo il 12/09/2012 14:15
    L'orsetto rimatore
    era un bravissimo autore
    scriveva poesie
    grazie alle sue fantasie,
    ogni tanto, un racconto
    se lo teneva da conto.

    E così che ridendo
    mentre andava scrivendo
    divenne famoso
    e un po' presuntuoso.

    Così tutti gli amici
    oramai non felici
    lo raparono a zero
    sotto l'ombra d'un pero
    e lo spedirono lesto
    come fosse un furetto
    in quel noto paese
    dove restò per un mese
    tra la gioia e il sollazzo
    di quei testa di cazzo.

    Tornato in quel sito
    da dov'era partito
    riscrisse poesie
    e pubblicò dei racconti
    ma in quel covo di spie
    di finti amiconi
    e di grandi imbroglioni
    non trovò più poeti
    ma solo tromboni
  • Raffaele Arena il 11/09/2012 23:15
    Non ho capito cosa chiedi
    ma con la rima casco in piedi.

    Son parole, fatti e sogni
    come uno sfogare aurei bisogni

    appagati dal nostro poetare
    che ci permette di andare

    a te dedico questa mia

    un po' scarsina, hai ragione
    che non è mia è frutto di elaborazione

    legato al tuo entusiasmo
    per una nuova libertà

    che la fantasia regala
    a chi diffonde, pala

    per scavare nel suo es
    ed esprimere talvolta
    in un modo di versare espress,

    ciò che esprimo con allegria,
    evviva delfin8 e così sia!!!!!
  • Rocco Michele LETTINI il 11/09/2012 08:49
    La storia non ha fine
    solo petali niente spine
    chi rallegrato se trova
    ne lo giorno altro scova...

67 commenti:

  • daniela il 04/10/2013 16:16
    Grandeeeee
  • Donato Delfin8 il 11/09/2013 19:31
    Grazie ragazzi!
    è passato esattamente un anno... su su rimiamo ancora no?
  • Nico Posillipo il 11/09/2013 15:48
    e chistu giuco nun agg'capito assai
    cu chesti rime spero e nun me mettr dint e guai
    ma che hai cumbinato delfinotto
    cu tutt sti comment dint'o sito e fatto o botto
    non sono il mio forte, grammatica, sintassi e chesti cos cà
    a me sincerament me piac o napulità
    cu duie rime doce comm a nu babbà
    cerc e ve accuntetà...
    o nomm mio o sapit già , cià v'aggia salutà..
  • marzia il 21/10/2012 11:10
    spettacolare!!! ahahaha bravissimo!..
  • Donato Delfin8 il 20/10/2012 12:12
    Gatone d'um micione
    ci mettenon le manone
    per togliere il problemone
    intanto facciam comunione e non divisione


    Sarebbe bello avere le news dei problemi risolti... ma vedremo
  • Anonimo il 18/10/2012 20:17
    Non posso che essere d'accordo con te. Versi veri, aderenti alla realta'.
  • Anonimo il 16/10/2012 22:17
    Con le rimole io non c'entrolo...è sempre il gatto nero che combinola i casinoli.
  • Anonimo il 16/10/2012 22:15
    Il rimatore so' io!

    Caro Gino il giaguaro
    sto sito è tanto amaro
    si perde molto tempo
    perchè funziona sghembo
    Provate ad aggiustarlo
    altrimenti ci rode il tarlo
    d'abbandonare tutto
    e porci una fascia a lutto!|
  • Anonimo il 16/10/2012 22:13
    Caro Gino il giaguaro
    sto sito è tanto amaro
    si perde molto tempo
    perchè funziona sghembo
    Provate ad aggiustarlo
    altrimenti ci rode il tarlo
    d'abbandonare tutto
    e porci una fascia a lutto!|
  • Donato Delfin8 il 07/10/2012 20:00
    Per domani alle 10 circa ho postato il primo esperimento dell'opera modificata "Gino il giaguaro" ringrasssssssio Morena

    su su sbirciatela zi zi
  • Len Hart il 04/10/2012 18:08
    molto bravo, complimenti...
  • Anonimo il 29/09/2012 21:08
    Il gatto nero
    non venite a cercare
    ch'è infastidito
    e non bravo a rimare
    sembra chi sa che
    ma sa solo graffiare
    Orami stanco
    del lungo aspettare
    l'uscita di un'opera sua
    da pubblicare
    saluta tutti e ritorna a russare
    perchè fuori dal sito
    ha altro da fare
  • Donato Delfin8 il 29/09/2012 17:18
    (e autori!) zignifica che parteciperanno alla modifica più autori anzoli zi accettano partecipantoli
  • Donato Delfin8 il 29/09/2012 17:17
    Morena voleva chiedere agli autori dell'opera di poter fare delle modifiche (e autori!) per poi partecipare a dei concorsi come opera di PR.
    Che ne pensatole?
    chi è d'accordolo?
    su su
  • Anonimo il 22/09/2012 16:13
    ma la pulce seppur piccola
    non s'arrende e lezioni di canto prende
    ed a forza di provare s'accorge anche di
    saper cantare per questo gli vien in mente
    di sfidare tanta gente, Delfinotto, Giaconimo
    Lucy e Gino. Si prepara alla gara gorgheggiando
    alla luna!
  • Dolce Sorriso il 21/09/2012 13:58
    Ciao Donato... grazie!!!!

    D'innanzi a voi mi inchino
    stringendo forte il mio cuscino
    leggera, travolgente
    qualche rima ora ho in mente.

    Ho sentito un urlo acuto
    Il delfinotto chiedere aiuto
    Lui che di noi è il re
    ha contato sino a tre,
    con un rito è riuscito
    a radunare tutto il sito.

    Una zampa di gallina
    ha bollito in terrina,
    con una pozione assai potente
    ha fuso il fondente,
    mentre il cioccolato cola
    ci prende tutti per la gola.

    Perdonami Donato
    faccio un tuffo nel passato
    abbraccio tutti voi
    che siete i veri eroi.

    Qui nel sito son rientrata
    per farmi una risata
    te lo prometto amico mio
    da oggi in poi ci resto anch'io.

    Una filastrocca ho da cantare
    per il delfino che vien dal mare,
    io non so se l'hai capito
    or lo grido
    "sei proprio un MITO."
  • Antonietta Mennitti il 15/09/2012 08:03
    Oh delfino delle mie brame
    con le rime sono una frana,
    ma per te rimo e strarimo,

    e per poetar uso la biro...


    Capito mi hai????
  • lidia filippi il 14/09/2012 20:04
    E come non donare
    a te Donato
    che in questo gioco
    tutti ci hai portato
    le nostre rime?
    Potrebbe uscirne un gioco
    senza fine
    Or tutti quanti noi
    ci sbizzariamo
    con foglio e penna
    già ci divertiamo!
    E così nulla può apparir banale
    chè tutti insieme
    noi, ci sappiam fare...

  • nicoletta spina il 14/09/2012 08:45
    Questa mia mai inviata perché non mi piaceva
    forse non è adatta poiché non parla del sito
    ma così metto ali ad una chimera
    ed in più rispondo al caro invito


    Nel giardino dei miei pensieri
    ci sono tanti fiori
    li ascolto e li guardo
    ne assorbo i colori

    poi ci sono gli alberi
    ognuno ha la sua storia
    sono sempre liberi
    di radici hanno memoria

    oggi è arrivata la pioggia
    piangeva dal mio cielo
    il sole nascosto
    da un oscuro velo

    allora ho chiamato una stella
    e oltre la finestra
    è arrivato un profumo
    polline di ginestra

    in questo giardino
    coltivo una meraviglia
    cercare nel normale
    ciò che non è banale

    assaporare il bello
    che è sempre seducente
    vederlo anche nel brutto
    e sempre nel presente
  • giuseppe il 12/09/2012 22:21
    Oh Delfin
    che d'armonia
    doni:
    FILASTROCCHE
    RACCONTI E POESIA
    seguendo
    d'ingegno
    realtà e fantasia
    con la brezza d'ilarità
    elevi il fiore
    della semplicitò.
    Lunghina ma molto bella
  • Anonimo il 12/09/2012 21:27
    Caro Delfinotto
    questo sito è un gran casotto
    ma noi continueremo a remare
    anche se siamo in alto mare
    la battaglia la faremo
    e vedrai che la vinceremo!
  • Donato Delfin8 il 12/09/2012 19:44
    grassie ragassi

    mappate che lavorino c'è sta volta meglio d'una coppa
    zi zi
  • morena paolini il 12/09/2012 18:04
    Scegli quella che ti sembra più adatta.
  • morena paolini il 12/09/2012 17:57
    Alle falde del Chilimangiaro
    voglion tutti giocar col giaguaro.
    È arrivato dal mare il delfino
    e c'è un gufo seduto sul pino.
    C'è la iena dai grandi occhi blu
    c'è l'orsetto, la zebra, lo gnù.
    C'è la serpe, ma non velenosa
    e, la luna che pare invidiosa
    si lamenta perchè vuol giocare,
    ma, per ora può solo guardare!
  • morena paolini il 12/09/2012 17:57
    Alle falde del Chilimangiaro
    voglion tutti giocar col giaguaro.
    È arrivato dal mare il delfino
    e c'è un gufo seduto sul pino.
    C'è la iena dai grandi occhi blu
    c'è l'orsetto, la zebra, lo gnù.
    C'è la serpe, ma non velenosa
    e, la luna che pare invidiosa
    si lamenta perchè vuol giocare,
    ma, per ora può solo guardare!
  • morena paolini il 12/09/2012 17:50
    Alle falde del chilimangiaro
    voglion tutti giocar col giaguaro.
    È arrivato l'amico delfino
    che lasciato ha il bel mare turchino.
    C'è la iena dai grandi occhi blu
    poi c'è il gufo, la tigre, lo gnù.
    C'è la serpe ma, non velenosa
    e la luna che par invidiosa
    perchè tanto vorrebe giocare...
    non può farlo, può solo guardare!
  • morena paolini il 12/09/2012 17:33
    Alle falde del Chilimangiaro,
    fan la fila a giocar col giaguaro.
    Con la scimmia, l'orsetto, il delfino
    che lascito ha bel il mare turchino
    c'è una iena coi grandi occhi blu
    l'ippopotamo, un topo, lo gnù.
    Son simpatici, molto discreti
    si riscoprono amici e... poeti!

    Sono riuscita a inviare la rima! Morena.
  • Anonimo il 12/09/2012 16:28
    alle 16. 25 sono Sara Zucchetti
  • Anonimo il 12/09/2012 16:27
    ORE 16. 25 UN SALUTO DA SARA
  • Anonimo il 12/09/2012 16:25
    Un'idea assai simpatica
    certo bisogna fare molto pratica.
    Il mio amico delfinotto
    si merita un otto.

    Siamo poeti e amici
    con le parole giochiamo felici
    ci divertiamo e sogniamo
    nella fantasia voliamo.

    Se vuoi un pensiero
    prendi questo sentiero
    leggi con piacere
    e fammi sapere.

    FILASTROCCA


    Il fantasma Gelsomino
    ogni notte fa un viaggino
    è simpatico, piccolino
    e molto birichino.

    Vola avvolto da un lenzuolo bianco
    fino al mattino quando è stanco.
    Scende il buio, nessuno lo vede arrivare
    e lui di sorpresa comincia a giocare.

    Al gatto addormentato gli tira la coda,
    alla signorina alza la gonna di moda.
    Tira poi le orecchie al vagabondo
    che ha fatto il giro del mondo.

    A tutto il paese fa sentire le campane,
    ormai è quasi l'alba e il fornaio sforna il pane
    e lui pizzicando un bovino
    Incontra un bambino.

    Gli regala un sorriso
    e Gelsomino si sente in paradiso
    lo saluta senza aver paura
    e dalla cattiveria lo depura.

    Ha trovato un amico sincero
    che lo trasforma in un gelsomino vero.
    Bianco e delicato che vola a perdifiato,
    rimane sempre vivace e a tutti piace.

  • Fernando Piazza il 12/09/2012 14:04
    Caro Delfin8, ti sembrerà lo stesso commento delle ore 10, 08 ma ci sono dei piccoli cambiamenti e l'ho allungata un pochetto...

    Il tuo invito, Delfinotto
    è allettante e divertente.
    Di sicuro fò un casotto
    ma la sfida è interessante.

    Nell'agone voglio entrare
    e provare a verseggiare
    ma se poi non m'esce niente
    chiedo venia bella gente!

    Questo sito mi garba assai
    la sua forza son gli autori!
    Spero non s'ammosci mai
    e che allieti i nostri cuori.

    Ecco qua il mio contributo
    meglio assai dello scorbuto
    non mi pare molto arguto
    e nemmeno molto acuto

    Un poeta (è risaputo)
    quando segue il proprio cuore
    tira fuori il proprio ardore
    e il miracolo è compiuto!

    Io non son di quella risma
    e non brillo come un prisma
    ma il gioco mi è piaciuto
    e perciò non ho taciuto.
  • Fernando Piazza il 12/09/2012 13:13
    Scusa, l'anonimo sono di nuovo io, Fernando Piazza
  • Anonimo il 12/09/2012 13:12
    Nella tana di Gino in giaguaro
    vive pure il topino Camillo
    non è certo un gran riparo
    se ci metti il coccodrillo.

    Lui per stare con gli amici
    e per conversar tranquillo
    va a trovarli spesso in bici
    e li avverte con lo squillo.

    Un amico è un gran un tesoro
    perciò attento a quel che dici!
    Se del coro vuoi far parte
    tira fuori la tua arte
    e non startene in disparte!

    Cosa aspetti, forza allora
    nella tana entra orsù!
    e se tira un po' di bora
    ci si stringe ancor di più.

    L'unione è una gran cosa
    Ma l'amore lo è ancor più
    è una fonte miracolosa
    ne convieni anche tu?
  • Teresa Tripodi il 12/09/2012 12:22
    altro che commedia d'alto mare
    di pagine se ne devovono sfogliare
    se tu alla fine vuoi arrivare
  • Fernando Piazza il 12/09/2012 10:08
    Il tuo invito, Delfinotto
    è allettante e divertente.
    Di sicuro fò un casotto
    ma la sfida è interessante.
    Nella sfida voglio entrare
    e provare a verseggiare.
    Ma se poi non m'esce niente
    chiedo venia bella gente!
    Questo sito mi garba assai
    la sua forza son gli autori!
    Spero non s'ammosci mai
    e che allieti i nostri cuori.
    Avrò dato un contributo
    o era meglio se stavo muto?
  • - Giama - il 12/09/2012 09:02
    Queste vecchie rime potrebbero andar bene...

    "Il villaggio dei poeti"

    Un dì sentì parlare di un villaggio
    in cui la gente amava le poesie
    convinto d'esser proprio un vate saggio
    io volli far sentir loro le mie

    Dapprima ne composi sull'amore
    mi limitai ad usare dolci parole:
    scrissi addirittura miele e cuore
    e del volo di gabbiani verso il sole!

    Le recitai ardito alla stazione
    leggendo come fossi un grande attore,
    ma non ottenni tanto approvazione
    piuttosto solo un debole stupore

    Mi dedicai poi al senso della vita
    con inflessione molto più importante
    pensando d'eseguir cosa gradita
    e di poter aver folla acclamante

    Ma quando in piazza lessi un'altra volta
    non fece di per sé un bell'effetto
    vedere la verdura appena colta
    che mi colpiva piedi, gambe e petto

    Triste per quell'orrida figura
    mi misi a ragionare ad alta voce
    protetto dal riparo di due mura
    col peso in testa di quel dubbio atroce:

    Ma sono forse io l'incapace
    o forse sono loro senza senno?
    Eppur come compongo non dispiace
    magari è in quel che dico che tentenno?

    Parlai dei miei difetti come pregi
    e riflettei sul pregio dei difetti
    lo feci con abbellimenti e fregi
    rendendo i miei concetti ormai perfetti

    Fu allora che mi accorsi della gente
    raccolta tutt'attorno in adunata
    che udito il mio vociare tanto ardente
    si mise ad ascoltare concentrata

    Smisi di parlare sbalordito
    vedendo quella calca interessata
    dal ragionar di un rimator contrito
    e a quelle sue espressioni tanto grata

    La folla dimostrò compiacimento
    ci furono gli applausi e fu clamore
    ed io compresi e ne fui contento
    d'aver commesso solo un grave errore

    Perché volevo conquistar la gloria
    perché volevo giungere al successo
    ma invaso stoltamente dalla boria
    io trascurai di essere me stesso

    E fu così che nacque il mutamento
    dal poeta vanitoso a quello vero
    e questo fu il più grande insegnamento
    che nel "villaggio" è meglio esser sincero.
  • Anna Rossi il 12/09/2012 08:55
    il commento "con questa crisi ero in crisi"... è di Anna Rossi
  • Anonimo il 12/09/2012 08:17
    Con questa crisi ero in crisi..

    Non avevo voglia alcuna di poetare
    Ma tu, con dolcezza, hai insistito tutti insieme a rimare
    Un desiderio furibondo mi ha buttato sopra il letto
    E, sotto sopra, -ancora ancora!!- ho presto detto
    Sono femmina passione e mò.. andiamo
    Più siamo e più bella la facciamo
    Questa rivoluzione, prima o poi, adda' pure scoppiare
    Solo i poeti la possono far fare
    Che con le parole fanno il popolo sognare
    E mò.. però non ci lasciamo
    Insieme, tutti uniti e belli.. dai!! Continuiamo
  • Raffaele Arena il 11/09/2012 23:27
    anche uffuscata, da nubi artificiali
    noi la lodiamo, comuni mortali.

    E diamo spazio alla nostra forza
    con la capacità, anche con la penna, e la mano morta.
    Che torna a vivere, scrivendo convinta

    che la vita vince, vera e dipinta.
    Perchè poesia è impegno, sentimento
    e sacrificio, e dona emozioni, senza artificio

    se non come funamboli delle figure retoriche
    e delle metafore angeliche o mefistofoliche,
    che scusa il neologismo, creiamo con la luna piena

    che la beviamo tutta, per sputarla in versi
    e regalarla a color, che desiderono divertirsi
    oppur riflettere, su argomenti di tutto lo scibile

    tale che l'opera più bella
    è quella che vien memorizzata nel cuore dal lettore
    e ogni giorno gli dà fiducia e coraggio

    come un angelo custode, invisibile.
  • Donato Delfin8 il 11/09/2012 23:13
    grasssie ragassi questa è una community no?
  • mariateresa morry il 11/09/2012 20:32
    Una sfida assai fervente
    chi l'accetta non si pente
    scriviamo dunque audaci
    di quel che siam capaci.
    Gente qui ce n'è parecchia
    e la mente non invecchia
    a voler comporre e poetare
    ed ogni idea rispettare.
    Questo sito è vivo assai
    produrrà come non mai
    or che l'estate è passata
    ed arriva l'ottobrata.
    Aprite le porte alla fantasia
    e starete meglio che pria...
    Ahhhhh


  • rosaria esposito il 11/09/2012 20:10
    Rima tu, che rimo anch'io
    rimo il nonno e il suo prozio,
    e lo rimo sopra il letto
    con la gatta sopra il tetto,
    con la pentola che bolle
    e il cervello che ribolle,
    con un occhio addormentato
    e con l'altro spalancato,
    con un sogno a un filo appeso
    con l'amico che m'ho preso,
    con la luna un po' annebbiata
    e le penne all'arrabbiata,
    ché se mò non la finisco
    trovo sol del piatto il disco,
    rima tu che rimo anch'io
    rimo il nonno e il suo prozio.
  • rosanna gazzaniga il 11/09/2012 19:47
    Tra le rime e un messaggino
    Ci troviamo proprio tutti
    È un concorso di scioltezza
    E qualcuno non apprezza?
    Ma tra l'onde c'è un delfino
    Che ci invita a poetare
    Spesso, sempre
    In ogni istante
    Chè altrimenti il sito langue...
    Abbi fede, su stai buono
    Che l'estate è ormai finita
    E col caldo della stufa
    Sentirai anche le fusa
    Dei poeti, tutti pronti
    Della Gazza, e del gattino
    Della luce, dei lettini
    E di chi non crede ancora
    Che il sito non fa scuola...
  • Amorina Rojo il 11/09/2012 18:55
    Se lo sa il mio Jack che fò ste cose, madonninabona... bacino.

    Ecco arriva l'Amorina
    con la veste un po' discinta
    dai, non sono ancora in cinta
    ma ti scrivo la quartina.

    Questo sito s'è ammosciato?
    allor mostriamogli'l culetto
    c'è chi sogna dentro un letto
    ma l'amor non ha provato.

    Se si gioca per diletto
    una cosa la si ottiene
    s'allontano le pene
    e si prova anche l'affetto.

    Basta con i musi duri
    liberiamo quella gioia
    che allontana anche la noia
    ed i cuori rende puri.

    Ma scriviamo per passione
    di cuccar non se ne parla
    io non posso certo darla
    sarei proprio un gran coglione.
  • loretta margherita citarei il 11/09/2012 18:38
    c'è anche Giusy, bianca gattina
    che timida non sa far la rima
    su, ovvia, invitiamola a poetare,
    anche lei vuol scrivere e sognare
  • Teresa Tripodi il 11/09/2012 16:31
    rima remando tu che sai poetare
    non è contrabbando smetti di esitare
    ogni commento allunga il verseggiare
    occhio a sta pinna che s'appresta ad esortare
    anche i più pigri ci possonno provare
    non è difficile prova e non esitare

    Ciao Delfinotto
  • Anonimo il 11/09/2012 14:25
    nessun immagine delle 14. 24 di oggi è mio
    carla composto
  • Anonimo il 11/09/2012 14:24
    ... una sfida divertende, per poter
    realizzare nuove storie da raccontare.
    Sempre uniti stretti stretti, strafelici
    e soddisfatti, di aver dato buona parte di
    energia ad un sito di racconti e di poesia,
    regalando con amore sentimenti ed emozioni!
  • Andrea (le tre Botti) il 11/09/2012 13:54
    Non mi piaciono le rime
    che non sono sopraffine
    Certo è furbo sto Delfino
    Che risale capolino,
    tutti quanti va a stanare
    per rifarli poetare.
    Con la pinna lesto lesto
    fa nuotare quello e questo
    e saltando con un balzo
    muove l'acqua di rimbalzo.
    Escon polipi ed alici
    con le rime che tu dici.
    State attenti che il delfino
    se li mangia per spuntino.
  • Anonimo il 11/09/2012 13:48
    Per le poppe di Poppea!
    Che si vuol dire dunque?
    Svolazzano penne di uccelli!
    Rimando in seguito di corsa
    Mi compiaccio in tale epopea
    Decantata ormai ovunque
    E questa ci affratelli
    ... e che non sia una morsa!
  • rainalda torresini il 11/09/2012 13:31
    vorrei tanto veder letti
    tutti gli amici miei diletti
    e l'estate col solleone
    coprirò con il maglione
    tanto freddo poi farà
    e dei versi mi coprirà
  • Michele Prenna il 11/09/2012 13:22
    C'eran tanti animaletti
    ambiziosi non citati
    che si senton defraudati.
  • rainalda torresini il 11/09/2012 12:59
    non vorrei crer tensione
    nel mio cuor c'è confusione
    io di bello ho mio fratello
    che mi viene sempre a cercar
    del suo amor mi vuol parlar
    Non vorrei ma io lo vedo
    questo ben del mio corredo
  • Donato Delfin8 il 11/09/2012 12:04
    wowwwwwwwwwww
    ecco arrivano i pezzi da novanta... zioè i vecchietti del zitolo
    zu zu rime fresche...
  • Vincenzo Capitanucci il 11/09/2012 11:56
    Dapprima
    una rima
    scritta
    di proposito

    poi
    il sogno
    d'anima
    arriva

    ritta
    s'installa
    viva
    nel Tuo corpo
    con ali di farfalla

    or
    per un po'
    derisa cicogna
    di una infernale gogna

    un sito
    per deporre uova
    agogna

    in un libero canto
    crea una falla

    nel cor
    luna nuova

    un bisogno
    esplode
    nell'ode
    d'un infantile incanto
  • Anonimo il 11/09/2012 11:56
    Per Bacco..., quante rime di divertimento infinito hai mostrato di saper donare con il tuo poetare. Sei abile maestro linguista, letterario e fantasista. Complimenti, collega di poesia.
  • Donato Delfin8 il 11/09/2012 11:32
    Oh per Bacco sulla poppa
    scappan via tutti gli uccelli
    gabbiani e cormorani son dei pivelli
    lascian vuota ogni coppa.
  • Anonimo il 11/09/2012 11:24
    Non disperar Delfinotto
    Se un sorriso strappano queste rime
    Sarà un quarantotto
    Voleranno come piume...
  • Donato Delfin8 il 11/09/2012 11:08
    Ogni dì c'è una scoperta
    poche rime ma son buone
    e navigar m'è dolce sottocoperta
    tutti a bordo evitando solo le suore


  • Anonimo il 11/09/2012 10:56
    ... allora taglia il fiocco
    Alla coda del giaguaro
    E con uno schiocco
    Rendilo paro
    Restituisci la soda all'orso
    E Lusy la scimmietta
    Sa ben nuotare sul dorso
    Altro che scopetta!
  • Donato Delfin8 il 11/09/2012 10:42
    Wow visto che piazole le rimole
    ok a chi mette più rimole nella favola infinitola poi dedico una poesiolonotta ecco e non zi za come

  • Anonimo il 11/09/2012 10:32
    forse tra la penultima e l'ultima, poi vedi tu...
    " una sfida per giocare non
    per vincere e votare, ma per
    ridere e scherzare..."
    complimenti delfitto bella iniziativa un bacione...
  • Anonimo il 11/09/2012 10:32
    Se il delfino scrive una rima
    accodatevi lesti lesti...
    nessuno arriverà prima
    a meno che non me la presti!
    Vedi è facile giocare
    Mettendo in fila parole
    Possono volare
    O innalzarsi in parabole...
    Ma se non la smetto
    Arriva Natale
    .. o vado a letto
    A questo punto... mi fermo con Pasquale!!!
  • Donato Delfin8 il 11/09/2012 10:14
    grassie ragassoli
    @Grazia : dai su su postala anche tu due rimole
  • loretta margherita citarei il 11/09/2012 09:18
    passan i secondi, i minuti, le ore
    di nuove rime si riempe il cuore,
    per continuar sta storia infinita
    che al lettor risulta assai gradita
  • Grazia Denaro il 11/09/2012 09:11
    Una storia infinita di dolcezze decantate in un vivere appagante dove tutto è smagliante, bella!
  • Donato Delfin8 il 11/09/2012 08:20
    Lasciate le rime nei commenti. Verranno aggiunte all'opera ed il risultato sarà opera della community e chi ha rimato ha rimato!

    Grasssie agli autori:
    0902 Morena Paolini, Donato Delfin8, loretta margherita citarei, stella luce, Rocco Michele LETTINI, Sabrina.
    0903 vincenzo corbo, claudia checchi, rosaria esposito, Nunzio Campanelli*2.
    0904 claudia checchi.
    0905 Donato Delfin8*2, Rocco Michele LETTINI, ernesto musiari.
    0906 Carla Composto, Colosio Giacomo*2, Simone Scienza.
    0907 Donato Delfin8, Teresa Tripodi*2.
    0911 Donato Delfin8

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0