username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il cappello a tre punte

Terra rossa, di natura lavica,
intreccio di voci che insieme non comunica
solo movimenti lesti
pochissime parole, largo uso di gesti.
Allora per andare incontro al vero
scoprendo dall'interno il suo mistero,
seguendola mi sono indirizzato
nella piazza al centro del mercato:
suoni, voci, una cattedrale mistica
ogni brusio o frastuono mi pareva musica
la gente riprendeva il suo vigore
si rideva, si vendeva, si cantava in quel rumore
tu, bellissima, insieme a me hai capito eppur lo neghi
ma poi, accondiscendente, me lo spieghi.

 

6
5 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • silvia leuzzi il 20/12/2012 23:16
    Siccome sono sincera questa tua lirica mi è sembrata lontana ed ho dovuto leggerla a più riprese, in più giorni. Poi l'ho sentita mia, questo approccio umile dentro il verso e quel rigirar con le parole per descrivere immagini, che rappresentino la poesia umana di carne, donna maliarda che si concede al poeta
  • Don Pompeo Mongiello il 12/09/2012 13:14
    Ogni cosa merita il suo giusto posto, bellissima ma accettane anche la critica, senza ignorare l'altro!
  • Centrone Stefano il 12/09/2012 09:56
    Poesia bellissima, dove vengono descritti in modo efficiente i posti dove l'autore si rifugia per avere un contatto vero e proprio con il mondo esterno.
    Sentir voci, veder gente che passeggia, sentir musica; lo rasserena a tal punto che in se, tutto sembra riprendere vita.
    Il silenzio, il vuoto per il poeta non è vita da vivere.
    Meritata poesia, questa tua.
  • Rocco Michele LETTINI il 12/09/2012 07:49
    C'è luminosa metafora che persuade il lettore del calore e del vocio del mercato che trasmette donando sereno e voglia di vivere... Spero di essere entrato in tema... CIAO ANTONIO

5 commenti:

  • mariateresa morry il 15/09/2012 08:15
    Avverto un mistero, vedo molti colori e voci, ma apprezzo molto come tu hai costruito i versi, dando loro timbro e musicalità. Complimenti.
  • Anonimo il 12/09/2012 10:24
    mi è venuto alla mente un libro... comunque bellissima lirica antonio... descrizione di un ricordo un incontro... oppure una bellissima metafora... molto apprezzata
  • laura marchetti il 12/09/2012 09:09
    mistero che si nasconde tra le righe dei tuoi bellissimi versi... me lo spiegherai?
  • Teresa Tripodi il 12/09/2012 08:59
    riferimento palese a qualcosa che scombussola l'anima... ma può essere che io non ci abbia azzeccato un ciufolo... cmq i versi son belli
  • loretta margherita citarei il 12/09/2012 07:24
    applausi veramente notevole

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0