accedi   |   crea nuovo account

Fiore, cuore, amore

Con mano ubriaca,
nebbia di rose
scrivo sul tuo nome.
E tutta giaccio
nel tuo sospiro,
sparpagliata tra
polvere di speranza
e lacrime di memoria.
E il mio male di vivere
cominciò dal verde
stelo di fiore, che fu
la tua conoscenza.
Oh, quanti orrori,
Sapienza,
tu fosti per me,
mentre il tuo sguardo
bruciava con la stessa
intensità di mille
Soli danzanti!
Se tu solo sapessi quel
che gli occhi penetrarono,
quel che gli uomini fecero!
Perché Tu?
Perché Io?
Ma all'ombra dei cipressi,
l'anima disperata non teme,
e un cuore batte ancora per te,
misera vagabonda!
Tutto per Te!
E la poesia di una carezza,
un nostro tiepido abbraccio,
due anime commosse e
la neve che cade e germoglia
sapranno dirti se é amore.

 

l'autore Luana D'Onghia ha riportato queste note sull'opera

Poesia nata da tre parole (Fiore, cuore, amore), scelte da Viktor. Il gioco tra me e Tylith continua...


1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 13/09/2012 08:08
    non so che dire! Mi hai sorpreso... senza parole!... anzi una ce l'ho:BRAVAAAAAAAAAA!!!

4 commenti:

  • loretta margherita citarei il 12/09/2012 19:39
    complimenti veramente bella
  • augusta il 12/09/2012 17:14
    d'accordo con tylith... poi non posso competere con il commento di viktor... sapientemente... lui sa di poesia... luana... la chiusa mi piace... molto... 1 beso...
  • viktor il 12/09/2012 15:34
    Come da regolamento è stato un "duello" ))) tra due autentici "colossi". Ma parliamo di questa poesia. Nonostante la tua giovane età, già sai porre in maniera estremamente emozionale le parole. Ci sai giocare. Parli con la Sapienza, ma non il sapere in sé, ma proprio la "Sophia" gnostica. La ami, la brami, la odi. E tutte queste emozioni risaltano in ogni verso, in ogni parola. Questa poesia fa sentire chi legge tutta la sua inadeguatezza di fronte all'immensità del Sapere. E ci fa bramare per cercarlo in ogni angolo dell'universo. Un universo che è dentro di te, in ognuno di noi. Bellissima, da applausi. E hai ancora una volta confermato la tua bravura... Complimenti
    Sarebbe bello che anche altri si cimentassero in questo gioco. Non necessariamente con voi due ma anche tra di loro. Magari si potrebbero fare delle varianti. Ve ne parlerò a te e a Tylith.
  • tylith il 12/09/2012 14:20
    Meraviglioso componimento che sembrava giacere in te in un angolo dell'anima risvegliato da queste tre semplici parole che hanno dato origine al vortice di questa poesia. Con mano ubriaca sentendoti vagabonda d'amore procedi a passi fermi, cadenzati dal battito del cuore che si crogiola in ciò che fu fino a perdersi all'ombra dei cipressi pensando nostalgicamente al passato. Mi è piaciuto perdermi nelle tue sapienti immagini.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0