PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fra la testa e il cuore

Al mattino riordino pensieri
Raccolgo pezzi di sogni
che la ragione addormentata
si è lasciata sfuggire
era lì che ringhiava alla catena
quando li vedeva sfilare
è permalosa quando
non riesce a dominare
e allora cerca di capire il loro senso
o solo di ricordare
ecco che frammenti di vita li porta
su fogli che tanto non sa conservare
nascono così queste riflessioni senza pretese
fra la testa e il cuore
fra sogno e realtà e spiegazioni che non so dare
risposte che cerco di inseguire
le consegno al giorno che a volte è sveglio
a volte vorrebbe tornare a dormire
oggi piove lacrime di sogno
non se ne vogliono andare
viaggiatori stanchi la notte abitiamo i sogni
che di giorno andiamo a seppellire...

 

4
4 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Andrea il 13/09/2012 22:27
    hai messo Freud in poesia complimenti!!! soprattutto nella prima parte quando scrivi che la ragione "ringhia" aggressiva quando, nella notte, vede sfilare i sogni davanti a lei... al di là della banale parentesi psicoanalitica voglio farti i miei complimenti, la poesia è meravigliosa!!!
  • franco buniotto il 13/09/2012 08:27
    Tra sogno e realtà passano i giorni. Sogni sempre diversi per giornate sempre uguali o quasi: così si vive, tra testa e cuore.
    Bella analisi in poesia introspettiva. ***** Franco
  • Rocco Michele LETTINI il 13/09/2012 07:20
    Strada facendo... t'innalzi per li tuoi meravigliosi versi...
    IL MIO ENCOMIO LAURA
  • Antonio Garganese il 13/09/2012 06:59
    Di notte c'è più sincerità, non dobbiamo dimostrare niente, non c'è orgoglio né competizione ma c'è l'oblio e se riordini i tuoi fogli troverai solo una minima parte dei pensieri notturni che poi saranno spazzati via dal turbine della vita quotidiana. Però qualcosa resta.
    Buon giorno.
  • Anonimo il 13/09/2012 06:59
    divento monotono, ma le tue poesie sono davvero stupende... anche se non concordo con il fatto che di giorno andiamo a seppellire i sogni, credo che anche solo il fatto di ricordarli sia come un proseguimento della loro vita, il desiderio di farli restare ancora un po' in vita... molto bella l'immagine del giorno che vorrebbe tornare a dormire, brava brava brava

4 commenti:

  • Andrea (le tre Botti) il 14/09/2012 11:52
    viaggiatori stanchi la notte abitiamo i sogni
    che di giorno andiamo a seppellire...
    Piaciuta!
  • Anonimo il 13/09/2012 20:52
    Sensanzioni che obbediscono al ritmo della nostra vita tra realtà e sogno, tra pensiero ed emozione.
  • Anonimo il 13/09/2012 12:31
    Una descrizione da sogno dei sogni di tutti noi che al mattino ci lasciamo magari soffocare dalla realtà, ma non sappiamo fare a meno di loro perchè la nostra vita sia VITA.
  • roberto caterina il 13/09/2012 07:11
    Fra testa e cuore, sogno e realtà spesso non ci sono molte spiegazioni..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0